Coronavirus: "Il sorriso di Lella" dona 50 strumenti per misurare la saturazione dell'ossigeno

La donazione è stata fatta da Stefano Chiesa, in ricordo della moglie Lella Ruggieri

Stefano Chiesa, in ricordo della moglie Lella Ruggieri scomparsa a soli 36 anni dopo aver combattuto una malattia oncologica “usando come scudo l’amore per la vita e come spada l’impegno di medici e professionisti”, ha sempre portato una sorpresa all’Ospedale dei bambini tramite l’associazione Il sorriso di Lella, da lui creata per mantenerne vivo il ricordo. Sua l’organizzazione della sfilata dei carri di Carnevale o la consegna di uova di Pasqua ai reparti pediatrici.

Ai tempi del Coronavirus ha deciso invece di donare, grazie al sostegno della ditta Ca-mi di Pilastro, 50 pulsossimetri all’Azienda Ospedaliero-universitaria di Parma, strumenti utili per misurare la funzionalità polmonare in pazienti affetti da problemi respiratori.

E il 1° aprile, giorno della scomparsa di Lella, i pulsossimetri sono stati consegnati all’Ospedale Maggiore. “Ti ricordiamo così – ha dichiarato Stefano Chiesa - , al fianco di chi combatte, cercando di dare supporto e aiuto e ricordando a tutti di non mollare mai".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento