rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Attualità

Coronavirus: la Lega chiede l'obbligo di mascherine sugli autobus e nei luoghi pubblici

"In altre regioni confinanti sono in vigore ordinanze che prevedono l'obbligo di coprire naso e bocca anche in luoghi diversi dagli ospedali"

"Per quale motivo in Emilia-Romagna non è ancora obbligatorio indossare mascherine negli esercizi pubblici e sui mezzi di trasporto?". Lo chiede la Lega in un'interrogazione alla Giunta, a prima firma Fabio Rainieri, in cui sottolinea che "non vi è stato alcun coordinamento con le altre Regioni, specie con quelle confinanti, nell'adottare misure uniformi".

Infatti, "in Lombardia, Veneto, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Valle D'Aosta e Toscana sono in vigore ordinanze che, pur con aspetti diversi, prevedono obblighi di indossare da parte di tutti i cittadini dispositivi di protezione o comunque di coprire naso e bocca in luoghi a elevata frequentazione anche diversi da quelli più sensibili al contagio come gli ospedali".

In Emilia-Romagna, sottolineano i consiglieri, sta terminando la distribuzione di 3 milioni di mascherine protettive da parte della Protezione civile e alcuni Comuni avrebbero acquisito ulteriori dispositivi per i propri cittadini.

Per questo motivo i leghisti chiedono all'esecutivo regionale "quando si potrà ritenere acquisita per l'Emilia-Romagna una dotazione strutturale di mascherine" e quando verrà previsto "l'obbligo di indossarle al di fuori degli ambiti familiari o perlomeno ai clienti degli esercizi commerciali e da parte di chi viaggi sui mezzi pubblici".

L'interrogazione è firmata anche da Daniele Marchetti, Valentina Stragliati, Matteo Montevecchi, Andrea Liverani, Michele Facci, Fabio Bergamini, Stefano Bargi, Simone Pelloni, Massimiliano Pompignoli, Matteo Rancan, Emiliano Occhi, Maura Catellani, Gabriele Delmonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: la Lega chiede l'obbligo di mascherine sugli autobus e nei luoghi pubblici

ParmaToday è in caricamento