Coronavirus: la New House Spa dona 10 mila euro alla Croce Rossa di Medesano

Dal 31 gennaio il Comitato locale ha messo in campo mezzi, volontari e risorse materiali, al fine di garantire e rafforzare il supporto alla cittadinanza

La Croce Rossa Italiana è attiva da settimane per far fronte all’emergenza Coronavirus. Il Comitato Locale di Medesano dal 31 gennaio, giorno in cui il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo Stato di Emergenza, ha messo in campo mezzi, volontari e risorse materiali, al fine di garantire e rafforzare il supporto alla cittadinanza.

E questo lavoro costante e spesso silenzioso non è passato inosservato al Sindaco di Medesano Michele Giovanelli, e a Pierluigi Ghidoni e Sergio Bernazzoli, rispettivamente Amministratore Delegato e Presidente di New House Spa, che su consiglio del primo cittadino hanno devoluto la somma di 10.000 euro al Comitato della Croce Rossa locale.

Quando il Dottor Ghidoni e il Dottor. Bernazzoli hanno espresso la volontà di aiutare la comunità di Medesano, ho subito pensato alla Croce Rossa perché credo che i ragazzi stiano facendo un lavoro straordinario, di cui tutta la comunità medesanese va orgogliosa. – spiega il Sindaco e aggiunge - Questa donazione dimostra ancora una volta quanto New House sia legata al nostro territorio”.

“Volevamo dare un sostegno ad una realtà locale la cui attività è fondamentale in questo periodo - racconta il Dott. Ghidoni– Inoltre, per noi è importante far sentire la nostra presenza e vicinanza alla comunità. - e aggiunge - La Croce Rossa fornisce un servizio di estrema importanza, sempre presente con competenza e dedizione quando c’è bisogno. Oltremodo in questo periodo si puòconstatare quanto sia importante il lavoro che questi volontari offrono, mettendosi a disposizione dei cittadini, anche a rischio della propria salute.”

L’impegno del Comitato della Croce Rossa di Medesano, infatti, è più che raddoppiato nelle ultime settimane, per rispondere all’emergenza e garantire, allo stesso tempo, lo svolgimento dei servizi ordinari. “Abbiamo all’attivo due ambulanze per il 118, di cui una dedicata ai casi sospetti Covid-19, un’ambulanza per dialisi e viaggi ordinari, un’altra ancora per le dimissioni dei casi sospetti o positivi al virus- spiega Gabriele Calì, Presidente CRI Medesano- e a tutto questo si aggiungono, tra gli altri, anche servizi di consegna di spesa e farmaci a domicilio e la sanificazione delle case di
residenza per anziani.”

L’instancabile lavoro dei volontari della Croce Rossa va a rafforzare le attività sviluppate ad hoc dal Comune al fine di rispondere ad ogni tipo di esigenza. “Credo che Medesano stia rispondendo bene dal punto di vista del sostegno alle attività di emergenza, dimostrando come sempre di avere un cuore grande. - racconta il Sindaco Giovanelli - Credo che ognuno di noi debba fare la propria parte, in una partita complicata, contro un avversario sconosciuto fino a qualche settimana fa.”

In un momento difficile come quello attuale, le donazioni di aziende o privati alle associazioni in prima linea sul fronte dell’emergenza, risultano ancor più importanti. Sono necessarie, infatti, per assicurare non solo il proseguimento delle attività, ma anche l’acquisto dei DPI, i dispositivi di protezione individuale, fondamentali per garantire sicurezza a chi opera al servizio del prossimo.

“Le donazioni sono un aiuto concreto che permette ad una macchina organizzativa come, ad esempio, la Croce Rossa di poter funzionare. – spiega il Dottor Giovanelli - So di tante realtà associative, piuttosto che commerciali, imprenditoriali o semplici cittadini che hanno fatto donazioni anche ai nostri ospedali.”

“Una donazione, anche modesta, è un aiuto importante. - conclude il Dottor Ghidoni- Ogni giorno sono in molti a dare l’esempio in questo senso e ritengo sia un bellissimo segnale, che dimostra quanto le aziende siano sensibili alla situazione attuale e siano disposte ad ogni sforzo pur di dare il proprio contributo al raggiungimento di una via di uscita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento