Coronavirus, il racconto di Lucchi: "Demolisce la forza fisica e morale"

"Negativo al primo tampone, dall'aspetto non si direbbe"

Il sindaco di Berceto Luigi Lucchi è risultato negativo al primo tampone. "Dall'aspetto non si direbbe", ha scritto su Facebook il primo cittadino del paese di montagna. Lucchi era risultato positivo il 22 marzo.

"Adesso attendo - scrive su Facebook Lucchi - con impazienza, che mi venga fatto il secondo tampone sperando che sia pure lui negativo. Forse potrò tornare a casa. Finalmente. Sono trascorsi 23 giorni dalla data in cui mi era stato fatto il tampone che mi decretava effetto da Coronavirus. Non è un’esperienza simpatica e per davvero 'demolisce' la forza fisica e anche quella morale. Non hai voglia di nulla. Non riesci a fare nulla. Sei una 'larva' e anche l’aspetto fisico, giorno per giorno, attua la metamorfosi di farti apparire anche come una larva. Debbo ricostruire le condizioni fisiche e morali. Desidero farlo al piu’ presto. Ci vediamo a Berceto nell’ufficio del sindaco considerando che non posso trasmettere né ricevere nuovamente il virus. L’aria di Berceto compirà il miracolo insieme a un buon rasoio". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Coronavirus, tre decessi a Parma e 18 casi in più

Torna su
ParmaToday è in caricamento