Torna l'obbligo di mascherine all'aperto e la chiusura dei locali: ecco il nuovo piano anti-Covid 19

Se la curva dei contagi continuerà a salire dopo Ferragosto potrebbero tornare obblighi e divieti

Se la curva dei contagi continuerà a salire, il governo ha già pronto un piano d’emergenza. A raccontarlo è Fiorenza Sarzanini sul "Corriere della Sera" che spiega come l’esecutivo stia studiando una strategia per interrompere la catena dei contagi prima che l’epidemia diventi incontrollabile come accaduto già a fine febbraio. Tutto dipenderà come sempre dall’evolversi della situazione epidemiologica nei prossimi giorni. Se le cose dovessero peggiorare, dopo Ferragosto potrebbero tornare obblighi e divieti. Non ci sarà (ovviamente) un nuovo lockdown generalizzato, almeno per ora, ma le nuove misure saranno severe. In particolare, si legge sul 'Corsera', il governo potrebbe imporre l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto, sul modello di quanto stanno già facendo diversi sindaci della penisola.

Numero chiuso nei locali e nelle zone della movida: il piano del governo

Un altro provvedimento di cui si parla è l’introduzione del numero chiuso non solo nei locali pubblici, ma anche nelle zone di movida. A preoccupare gli esperti, non è certo un segreto, è infatti il comportamento dei più giovani che con le vacanze estive sembrano meno inclini a mettere la mascherina e rispettare le distanze di sicurezza. Generalizzare è sempre sbagliato, certo, ma l’abbarsi dell’età del contagio (che indubbiamente dipende anche dalla ripresa delle attività produttive) non fa stare tranquilli. Una soluzione dunque potrebbe essere quella di imporre ingressi contingentati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

  • Le contraddizioni del decreto: zona arancione con più limitazioni della zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento