Coronavirus: allestiti altri 130 posti per i pazienti in isolamento a Torre delle Medicine

Tre piani per i percorsi Covid e più spazi per il triage nei locali del Pronto Soccorso. L’appello dell'anestesista Annalisa Volpi “Venite solo se avete problemi respiratori, non per febbre o tosse”

Prosegue senza sosta l’attività dell’Ospedale Maggiore per garantire adeguati percorsi di cura ai pazienti effetti da Coronavirus. Dopo la riconversione dei posti letto del padiglione Barbieri e dell’ortopedia e l’allestimento nella palazzina ex pediatria ieri sono stati predisposti tre piani della Torre delle Medicine –  quarto, quinto e sesto piano – sopra al reparto di Malattie infettive per aggiungere altri 130 posti letto ai pazienti che necessitano di ricovero in isolamento.  Spazi più ampi, anche per il triage respiratorio, ora definitivamente trasferito in Pronto Soccorso, con un percorso specifico per i pazienti covid.

Salgono così, comprese malattie infettive e Terapia intensiva a 570 i posti letto che l’Ospedale Maggiore è in grado di offrire ai pazienti colpiti da Covid 19. Fin dalle prime fasi dell’emergenza, sono stati incrementati i posti letto in tutti i reparti del Barbieri, comprese le palestre della medicina riabilitativa del piano rialzato, così come sono state allestite altre postazioni all’ex padiglione pediatria per un totale di 250 posti letto. Altri 130 posti letto sono stati riconvertiti al padiglione ortopedia a cui si aggiungono oggi i 130 alla Torre delle Medicine. 

A pieno regime anche gli altri percorsi di cura direttamente coinvolti dal virus, Malattie infettive e Terapia intensiva. In particolare in Terapia intensiva è stato compiuto un grandissimo sforzo organizzativo, di personale e strumentazioni, che ha consentito l’incremento di altre 14 postazione nei locali solitamente dedicati dell’Osservazione breve del pronto soccorso.

Ma l’azione più importante che tutti possono fare è di eseguire con scrupolo le regole: “State a casa. Uscite solo per le necessità impellenti come ad esempio la spesa”. Un appello che arriva direttamente dalle corsie e dai reparti del Maggiore, tutti insieme impegnati a far fronte all’emergenza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento