Coronavirus, referendum del 20 e 21 settembre: voto a domicilio per chi è in isolamento fiduciario o quarantena

Come fare per poter votare se sottoposti a provvedimenti di sorveglianza sanitaria domiciliare da parte del Servizio Igiene pubblica dell’Ausl

I cittadini che a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus sono in quarantena o in isolamento fiduciario al proprio domicilio, possono esercitare il diritto di voto al proprio domicilio limitatamente alla consultazione referendaria (ai sensi della Legge 22/2006).

Fino al 15 settembre il cittadino in isolamento fiduciario o in quarantena al proprio domicilio deve trasmettere al Sindaco del Comune nelle cui liste è iscritto questi documenti: una dichiarazione in cui attesa la volontà di esprimere il voto al proprio domicilio, indicandone l’indirizzo completo; un certificato rilasciato dal Servizio Igiene e sanità pubblica dell’Azienda Usl di Parma in data non anteriore al 6 settembre, che attesti la condizione di isolamento fiduciario, quarantena o trattamento domiciliare per Covid-19.

Per ottenere questo  certificato è necessario chiamare i numeri del Servizio Igiene pubblica 0521.865301 oppure 0521.865314 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento