Coronavirus: righe blu gratuite a Parma

L'assessore Benassi: "Se dovete attraversare la strada e chiamare il semaforo usate i guanti, ogni piccolo gesto è un segno di rispetto per noi stessi, per le persone a cui vogliamo bene e per tutti i nostri concittadini"

Infomobility comunica che, come disposto con ordinanza dall’Amministrazione Comunale di Parma, a partire da lunedì 16 Marzo e fino al prossimo 3 Aprile la sosta su strada sulle righe blu sarà completamente gratuita per gli utenti e così anche la sosta con disco orario. L’intento è quello di agevolare chi, per necessità o per lavoro, è costretto a spostarsi in auto ed evitare di dover utilizzare monete per il parcometro.

Anche il varco Tommasini-Sauro per l’accesso in isola ambientale verrà spento per agevolare i transiti e gli accessi in questa zona per chi ne abbia necessità. Restano invece in vigore, nei consueti orari, gli altri 4 varchi elettronici per l’accesso alle ZTL (Via XXII Luglio, Viale Toscanini, Viale Mariotti, Piazzale Salvo d’Acquisto) per cui è necessario essere muniti di un idoneo permesso di accesso e transito. 

“Uscite solo per motivi urgenti e insindacabili” raccomanda l’Assessore alle politiche di sostenibilità ambientale Tiziana Benassi “e portate sempre con voi l’autodichiarazione. Se dovete attraversare la strada e chiamare il semaforo usate i guanti, ogni piccolo gesto è un segno di rispetto per noi stessi, per le persone a cui vogliamo bene e per tutti i nostri concittadini"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento