menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I personaggi della città: Antonio Allegri detto il Correggio

Fra i maggiori esponenti del primo '500, al pari di Raffaello e Tiziano, Correggio influenzerà numerosi artisti fino al '700. Esempi della sua arte nella Camera di San Paolo, in San Giovanni e nella Cattedrale di Parma

Fra i maggiori esponenti del primo '500, al pari di Raffaello e Tiziano, Correggio influenzerà numerosi artisti fino al '700. Esempi della sua arte nella Camera di San Paolo, in San Giovanni e nella Cattedrale di Parma.

Non esistono dati certi sulla formazione giovanile di Antonio Allegri detto il Correggio, ma è certo che il trasferimento a Parma, nel 1519, fu per lui una svolta significativa. Il pittore venne chiamato ad affrescare l'appartamento della badessa Giovanna, nel Monastero di San Paolo: la decorazione, intrisa di spirito rinascimentale, riscosse un grande successo tanto che i benedettini del Monastero di San Giovanni lo ingaggiarono per affrescare la cupola, i pennacchi, l'abside, il soffitto del presbiterio e altre parti della chiesa. Nel frattempo, Correggio dipinse Il martirio dei quattro santi e il Compianto su Cristo morto, ora in Galleria Nazionale, la Madonna di San Sebastiano (Dresda), la Madonna della cesta (Londra) e il Matrimonio mistico di Santa Caterina con San Sebastiano (Parigi). 

Terminato il lavoro in San Giovanni, nel 1526, Correggio iniziò ad affrescare in Cattedrale la cupola e i pennacchi, ponendo in questi ultimi i quattro santi patroni della città, e nella cupola, l'Assunzione di Maria Vergine, cui è dedicata la chiesa. Era il periodo della piena maturità, nel quale l'artista produsse capolavori quali la solenne Madonna di San Gerolamo, la Notturna Adorazione dei pastori e la Madonna della scodella. Nel 1530 Antonio Allegri lasciò Parma per trascorrere lunghi periodi nella nativa Correggio e dipinse varie tele di soggetto mitologico.

(turismo.comune.parma.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento