Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità Centro / Via Corso Corsi

Corso Corsi, un cantiere a cielo aperto a due passi dal centro

I cittadini preoccupati espongono scritte di protesta: "Abbattuto un parco per creare una voragine"

Il timore di sprofondare nel degrado più assoluto ed essere dimenticati dalle istituzioni. Rabbia e frustrazione si mescolano nell'animo di chi vive in via Corso Corsi, l'anticamera di Via Repubblica e corridoio che porta nel centro cittadino. A due passi dalla piazza Garibaldi c'è un cantiere fermo da due anni. Prima sorgeva li la scuola delle Luigine, l'edificio è stato demolito nel 2022: li sarebbe dovuto sorgere il progetto immobiliare Vita Nova dell'impresa Doser. Invece è un cumulo di erbacce, di acqua stagnante e putrida che si mescola a rifiuti e odoro nauseabondi. Un cratere a ridosso della zona centrale della città, spesso trasformata in giaciglio di fortuna per senza tetto e qualche spacciatore che rifornisce la zona. Dalle abitazioni si vedono teli bianchi e lenzuola con sopra scritti messaggi indirizzati all'amministrazione. L'invito dei cittadini è quello di fare il possibile per non trasformare l'area in una zona degradata, dove possono trovare terreno fertile gli animali come topi e talpe che già l'anno scorso avevano infastidito i residenti. Senza illuminazione, la voragine fa più paura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Corsi, un cantiere a cielo aperto a due passi dal centro
ParmaToday è in caricamento