rotate-mobile
Attualità

Covid: sospesi i primi insegnanti non vaccinati

A Parma e provincia sono stati presi i primi provvedimenti per i lavoratori che hanno rifiutato la vaccinazione, obbligatoria dal 15 dicembre

Sono iniziate le prime sospensione degli insegnanti e degli operatori scolastici che lavorano negli istituti di Parma e provincia che si sono rifiutati di sottoporsi alla vaccinazione, come previsto dagli ultimi decreti. Dal 15 dicembre, infatti, è scattato in tutta Italia, l'obbligo di vaccinazione per chi lavora, a vario titolo, nella scuola. Dopo una settimana dal giorno in cui è entrato in vigore l'obbligo, infatti, sono stati emessi i primi provvedimenti nei confronti dei lavoratori che - anche dopo vari sollecitazioni - si sono rifiutati di sottoporsi al vaccino contro la pandemia da Covid-19. 

L'obbligo non vale solo per gli insegnanti ma per tutti quelli che lavorano nel mondo della scuola: dai presidi ai collaboratori scolastici passando per i docenti e il personale tecnico-amministrativo, dalla materna alle superiori statali. L'obbligo vale anche per chi lavora nelle scuole non paritarie, nei servizi educativi per l'infanzia, nei centri provinciali per l'istruzione degli adulti, nei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale e nei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: sospesi i primi insegnanti non vaccinati

ParmaToday è in caricamento