Crisi Gruppo Ferrarini: stato di agitazione e manifestazione

Giovedì 12 luglio sciopero e corteo, con partenza alle 10:15 dalla sede dell’azienda sino alla piazza del municipio di Langhirano. La stampa è invitata

Il gruppo alimentare Ferrarini spa, che coinvolge circa 800 lavoratori in tutta Italia di cui 80 solo in provincia di Parma, sta attraversando una grave crisi finanziaria nonostante la solidità del marchio. I lavoratori infatti non ricevono più lo stipendio, le materie prime scarseggiano e l’azienda non comunica date certe per il pagamento.

I dipendenti della Ferrarini Spa dell’unità produttiva di Lesignano de' Bagni, riuniti in assemblea lunedì 9 luglio, hanno pertanto deciso di scioperare e manifestare con un corteo che partirà giovedì 12 Luglio alle ore 10:15 dalla sede dell’azienda sino alla piazza del municipio di Langhirano.

Le OO.SS. Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil nazionali hanno chiesto nelle settimane scorse un incontro urgente al ministro del lavoro e dello sviluppo economico.

La FLAI CGIL di Parma esprime grande preoccupazione per le sorti dei dipendenti diretti e indiretti. In vista anche di un incontro in sede aziendale già calendarizzato ritiene indispensabile che la proprietà intraprenda ogni strada per fare uscire l'azienda da questa difficoltà, perseguendo un nuovo progetto industriale che salvaguardi assetti occupazionali e continuità produttiva.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Paura a Mamiano, auto finisce nel canale e si schianta contro un muretto: gravissimo bimbo di 9 anni

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Incidente in tangenziale, è giallo: bici accartocciata e tracce di sangue ma il ferito non si trova

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento