rotate-mobile
Attualità

Università: Cristiana De Filippis vince il Premio Bartolozzi

Alla ricercatrice 31enne uno dei più importanti riconoscimenti della matematica italiana

L'Unione Matematica Italiana ha conferito a Cristiana De Filippis, docente e ricercatrice di Analisi Matematica dell'Università di Parma, l'edizione 2023 del prestigioso Premio Bartolozzi, ex aequo con Eleonora Di Nezza, ordinaria di Geometria alla Sorbona e all'École Normale Supérieure de Paris.

Istituito nel 1969, il Premio Bartolozzi ha cadenza biennale ed è uno dei più tradizionali e importanti riconoscimenti della matematica italiana. Nel corso di quasi trenta edizioni è stato assegnato a molti tra i maggiori matematici italiani. Le ultime edizioni del premio hanno laureato per il 2017 Andrea Mondino, ordinario di Analisi Matematica all'Università di Oxford, per il 2019 Maria Colombo, ordinaria di Analisi Matematica al Politecnico di Losanna e, per il 2021, Serena Dipierro, ordinaria di Analisi Matematica alla University of Western Australia. 

La prof. De Filippis, che riceve il premio a soli 31 anni, ha dato importanti contributi alla teoria della regolarità per equazioni ellittiche e paraboliche. Grazie ai suoi studi è stata invitata a tenere conferenze in molte delle maggiori università al mondo ed è una delle matematiche più note della sua generazione. 

Il premio Bartolozzi si aggiunge a una serie di prestigiosi riconoscimenti ottenuti dalla ricercatrice dell’Università di Parma, come il G-Research Prize ottenuto nel Regno Unito nel 2019, il Premio Iapichino dell'Accademia dei Lincei nel 2020, il Premio Internazionale per la Cultura Mediterranea della fondazione Carical nel 2023 e, sempre nel 2023, l'elezione alla corte iniziale delle European Mathematical Young Academy, l'accademia di eccellenza della Società Matematica Europea. La rivista Forbes l'ha inserita nella lista delle 100 donne italiane di successo 2023. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: Cristiana De Filippis vince il Premio Bartolozzi

ParmaToday è in caricamento