Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità Bedonia

Da Bedonia 7 nuovi bus per il servizio extraurbano di Parma

Cresce la flotta a metano per i servizi provinciali. Il parco autobus TEP è il più giovane di tutta la regione Emilia-Romagna

È partito questa mattina da Bedonia il viaggio per 7 nuovi autobus destinati ai servizi di trasporto pubblico locale della provincia di Parma. Si tratta di un lotto di bus modello IVECO Crossway lunghi 12 metri forniti da Maresca e Fiorentino Spa e abbigliati con la classica livrea blu dei servizi extraurbani. Sono equipaggiati con motore a metano Euro 6 e beneficiano dei dispositivi classificati dalla casa madre come STEP E, vale a dire quelli più avanzati disponibili sul mercato in termini di ridotte emissioni. A fronte dell’acquisto di queste 7 vetture ne verranno rottamate altrettante a gasolio di vecchia generazione. A parità di servizio erogato, dunque, i nuovi bus abbattono le emissioni di particolato del 99%. Il sindaco di Bedonia Gianpaolo Serpagli ha espresso soddisfazione per l’iniziativa: “Il servizio di trasporto pubblico è molto importante per il paese, in particolare per garantire ai nostri ragazzi di poter raggiungere gli istituti scolastici, sia primari che secondari. Ringrazio la TEP e tutti i suoi collaboratori presso i quali abbiamo sempre trovato ascolto e collaborazione per dare risposta alle esigenze della nostra comunità.”. Parole rimarcate anche dal consigliere della Regione Emilia-Romagna Matteo Daffadà: “La vivibilità della montagna passa attraverso i servizi pubblici. Più si arricchisce la montagna di servizi, più si consente alle persone di continuare a viverci e di spostarsi sul territorio per studiare e lavorare. Tutto ciò non può prescindere dall’aspetto ambientale, sul quale la Regione Emilia- Romagna continua ad investire”.

Erano presenti questa mattina anche gli altri sindaci dell’alta Val Taro, Marco Moglia per il Comune di Borgotaro e Francesco Mariani per quello di Compiano. Per acquistare i nuovi bus TEP ha investito 1 milione e 715 mila euro, dei quali circa il 49% è stato finanziato da fondi del Ministero della Ambiente e della Sicurezza Energetica. La cifra stanziata è parte di un investimento complessivo per il periodo 2018-2014 pari a 65 milioni di euro complessivi che l’azienda ha impegnato per rinnovare la flotta. Dotati di un'autonomia di circa 500 km, questi autobus non solo contribuiranno a migliorare la qualità dell'aria, ma garantiranno anche una maggiore efficienza energetica e una riduzione dei costi operativi. Il rinnovo della flotta non si ferma qui: è già in programma l'acquisto di 5 autobus suburbani autoarticolati a ibridi a metano, in arrivo in autunno. Il presidente di TEP Roberto Prada di TEP ha sottolineato come Parma abbia oggi la flotta di autobus più giovane della regione, ai migliori livelli in Italia: “I nuovi autobus ridurranno l'età media complessiva della flotta a poco più di 7 anni, considerando i veicoli di fascia A della flotta TEP, vale a dire quelli che coprono quasi la totalità dei km erogati e che determinano la qualità percepita dai passeggeri.

La flotta TEP raggiunge un livello di anzianità media equivalente tra mezzi in servizio extraurbano ed urbano e nettamente inferiore rispetto alla media nazionale che è di 10,4 anni.” Le dotazioni di bordo I nuovi bus migliorano significativamente l'esperienza di viaggio per i passeggeri. I sedili imbottiti, il sistema avanzato di riscaldamento nel vano passeggeri e la separazione dei condizionatori per passeggeri e autista assicureranno comfort e benessere durante il tragitto. A bordo sono presenti prese USB col doppio attacco (classico e USB C) a disposizione dei passeggeri che hanno bisogno di collegare i propri device durante il viaggio per motivi di studio o di lavoro, o semplicemente per ricaricare la batteria. Le dotazioni di bordo non trascurano nemmeno l'accessibilità: il pianale, infatti, è ribassato e il veicolo dispone di pedana manuale per l'accesso dei passeggeri con disabilità motorie. L'attenta progettazione degli spazi interni offre una soluzione inclusiva per tutti i cittadini. Inoltre, sono stati equipaggiati per integrarsi perfettamente con il futuro sistema di bigliettazione, che supporterà il pagamento contactless con carta di credito e la validazione dei biglietti tramite QR code. Con un massimo di 72 posti a bordo, di cui 45 a sedere, e l'aggiunta di un visore con indicatore di prossima fermata, questi autobus offrono una soluzione moderna e confortevole per le esigenze di trasporto pubblico della comunità di Bedonia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Bedonia 7 nuovi bus per il servizio extraurbano di Parma
ParmaToday è in caricamento