Da lunedì 25 maggio riapre l'ufficio passaporti della Questura

Ecco tutte le regole

Lunedì 25 maggio 2020 riaprirà l’Ufficio Passaporti della Questura di Parma. Si riceverà, sia per le consegne che per l’acquisizione delle istanze dei titoli di viaggio, solo su appuntamento, fatte salve le sole urgenze comprovate da idonea documentazione. Gli orari degli appuntamenti verranno fissati tramite contatto telefonico o e-mail a cura di quest’ufficio, sulla base delle date indicate in fase di
prenotazione attraverso l’Agenda Passaporti elettronica.

Si precisa inoltre che la Questura di Parma ha dato avvio alla consegna dei Passaporti a domicilio mediante Poste Italiane, servizio a disposizione di tutti coloro che ne faranno richiesta in fase di presentazione della richiesta di passaporto.

Analogamente avverrà per l’Ufficio Licenze. Tuttavia, per tutte le istanze e denunce in materia di armi e attività commerciali, continueranno ad essere accettate quelle inoltrate via posta elettronica all’indirizzo ammin.quest.pr@pecps.poliziadistato.it anche con mail non certificata, salva la comprovata urgenza e tutti i casi in cui è prevista l’inderogabile presenza dei richiedenti.

Nella predetta comunicazione dovrà essere inserito anche il numero di telefono dove poter essere ricontattati, in quanto, la presentazione in Ufficio dovrà avvenire, anche in questi casi, previo specifico appuntamento che sarà fissato da questo ufficio.

Tutta la documentazione relativa alle marche da bollo e il pagamento dei bollettini, dovrà essere inviata via posta ordinaria, unitamente alla documentazione in originale, salvo la normativa in materia comprovante l’effettivo pagamento. Tutti i cittadini che si presenteranno presso gli Uffici della Questura dovranno rispettare i protocolli operativi di distanziamento sociale, dovranno essere muniti di mascherina e dovranno sottoporsi alla misurazione della temperatura attraverso termo scanner.

Premesso quanto sopra, si invitano tutti i cittadini, senza eccezioni di sorta, a presentarsi presso questo Ufficio unicamente muniti di idonei
dispositivi di protezione individuale, così come previsto dall’ordinanza regionale Num. 74 del 30/04/2020.

Si ricorda, altresì, come previsto dal D.P.C.M. del 26 aprile scorso, che i soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ogni altra informazione sono disponibili i seguenti numeri telefonici: ufficio passaporti: 0521-219531; ufficio licenze: 0521-219520

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

Torna su
ParmaToday è in caricamento