rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità

Dona una spesa 2024 torna nei punti vendita Conad di città

Un vero esempio di solidarietà diffusa che, solo nella nostra provincia, ha permesso di raccogliere e donare dal 2014 circa 200.000 kg di prodotti di prima necessità, di cui 20.032 kg solo l'anno scorso

Sabato 11 maggio, torna l'appuntamento con la raccolta alimentare Dona una Spesa, per tutti noi un'occasione preziosa per esprimere solidarietà e sostegno alle famiglie in difficoltà economica. L’iniziativa, quest’anno all’undicesima edizione, è realizzata grazie alla collaborazione fra Conad Centro Nord, CSV Emilia e il volontariato del territorio. 

Ancora una volta, l’invito è a unire le forze per affrontare le sfide che la povertà alimentare porta con sé e a farlo aggiungendo al nostro carrello qualcosa in più, per donarlo agli altri. È un modo per non voltare le spalle a coloro che lottano quotidianamente per portare un pasto in tavola. Perché a oggi, ancora troppe famiglie si trovano in una situazione di estrema fragilità e il numero di coloro che hanno bisogno di aiuto continua ad aumentare. Solo per Emporio Parma, ad esempio, parliamo di 1800 famiglie, 6200 persone. 

La rete coinvolta in Dona una Spesa testimonia l'importanza di un'iniziativa che cresce e che da Parma si è estesa a Reggio, Piacenza e a tutta la Lombardia, grazie al supporto della Rete dei Centri Servizi per il Volontariato. Un vero esempio di solidarietà diffusa che, solo nella nostra provincia, ha permesso di raccogliere e donare dal 2014 circa 200.000 kg di prodotti di prima necessità, di cui 20.032 kg solo l'anno scorso.

Gli alimenti necessari sono quelli che tutti dovremmo avere in dispensa: pasta, riso, passata di pomodoro, latte a lunga conservazione, farina, olio, zucchero e miele, biscotti e merendine, tonno in scatola, carne in scatola e legumi. Ma non dimentichiamoci che servono anche alimenti e prodotti per l'infanzia, per l'igiene personale e la pulizia della casa.

Per agevolare le donazioni, anche quest’anno la raccolta alimentare beneficia dell’operazione bis, che permette di scegliere 2 prodotti in un vasto paniere pagandone solo uno. 

Potremo affidare i prodotti a uno dei quasi 200 volontari che sabato si alterneranno all’ingresso dei 31 punti vendita Conad di Parma e provincia, pronti a raccogliere ciò che sceglieremo di donare. I volontari appartengono ad associazioni, cooperative, parrocchie e Caritas, attive per contrastare la povertà. Saranno proprio le organizzazioni coinvolte a distribuire gli alimenti alle famiglie bisognose: una boccata d’aria, importante per affrontare con un pizzico di serenità in più i prossimi mesi. 

Lo scorso anno, Conad Centro Nord, per celebrare la ricorrenzadei sessant’anni anni dalla nascita, ha donato un totale di 60 mila euro a tutte le associazioni di Emilia e Lombardia coinvolte nella raccolta alimentare per l’acquisto di beni di prima necessità. Alle organizzazioni della provincia di Parma coinvolte, è stato erogato un contributo pari a 11.350 euro sotto forma di carte prepagate.

Sul nostro territorio, i trentadue enti che si faranno tramite della solidarietà dei cittadini sono: ACP Humanitarian Aid, Amici d'Africa, Anello Mancante, Associazione Cantori delle Pievi APS, Assistenza Pubblica parma, Caritas Buon Pastore, Caritas Busseto, Caritas Corcagnano, Caritas Fidenza, Caritas Fidenza, Caritas Fontanellato, Caritas Fornovo, Caritas Noceto, Caritas Parma, Caritas Salsomaggiore, Caritas San Michele, Caritas Sorbolo, Comunità di Sant'Egidio, Emporio Parma, Emporio Valparma, Emporio Valtaro, Faro23, Fede Cristiana, Il Giardino, Lago di Pane, Muungano, OMNIA, Parrocchia Maria Immacolata, Parrocchia San Patrizio, Per Ricominciare, Pulmino Padre Lino, Punto di Comunità Sorbolo.

Alla conferenza stampa che si è svolta oggi a Parma nella sede di CSV Emilia, erano presenti: Rosanna Cattini, vicepresidente di Conad Centro Nord; Elena Dondi, presidente di CSV Emilia e i rappresentanti di alcune fra le associazioni coinvolte. 

Dichiarazioni: 

Rosanna Cattini: “Dona una spesa non è solo una raccolta alimentare, ma anche speranza, solidarietà e sostegno per le famiglie che ne hanno più bisogno. Grazie alla collaborazione con CSV, all'impegno dei volontari e alla generosità dei cittadini, possiamo essere accanto a chi attraversa momenti di fragilità, dimostrando che insieme possiamo fare la differenza.Questa iniziativa, nata 11 anni fa a Parma, si è poi estesa su tutte le province in cui siamo presenti raccogliendo 646 tonnellate di prodotti a conferma della solidità e della continuità del nostro impegno sul territorio.”

Elena Dondi: “Il successo di questa iniziativa sta nella semplicità con cui poter reagire a un bisogno indispensabile. Idealmente, aggiungendo nel carrello qualche prodotto in più, sarà come aggiungere un posto a tavola: accogliere con un gesto semplice, una famiglia che sta attraversando un momento di difficoltà profonda. Se la città resta unita e attenta, nessuno resterà solo.  Grazie ai tanti, tra enti, volontari e donatori, che con dona una spesa, costruiscono una cordata di solidarietà”.

Pierluigi Alberti, volontario Emporio. “I volontari si impegnano per aiutare le famiglie e hanno la capacità di arrivare nei quartieri e di essere vicini alle situazioni difficili. Con anni di Dona una spesa le associazioni hanno imparato  a fare rete fra loro, cosa importante, ancor più nei momenti duri come quello che stiamo attraversando. Vediamo infatti un incremento dei numeri senza precedenti e anche noi come associazione siamo in difficoltà perché i beni da distribuirescarseggiano. Grazie a Conad per questa boccata di ossigeno”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dona una spesa 2024 torna nei punti vendita Conad di città

ParmaToday è in caricamento