Emergenza Covid: il grande cuore dei valtaresi e valcenesi a New York in aiuto dell’Ospedale di Borgotaro

Quasi diciassette mila euro di donazioni provenienti da oltreoceano. Serviranno per acquistare attrezzature sanitarie

Dagli Stati Uniti a Borgotaro, per aiutare la comunità di origine in un momento di difficoltà. E’ di quasi dicassette mila euro infatti, la cifra raccolta negli States e destinata all’acquisto di attrezzature per l’Ospedale Santa Maria. Un gesto di grande generosità - l’ennesimo - arrivato in piena emergenza sanitaria, da parte dei valtaresi emigrati a New York, che contribuirà a rendere i reparti dell’ospedale borgotarese ancor più efficienti e preparati. Sono oltre novemila euro quelli donati al “Santa Maria” dalla Valtarese Foundation, cui si aggiungono i 4.500 euro messi a disposizione dalla Famiglia Lusardi ed ai 3.169 donati da Maria Sbuttoni. 

Con i soldi provenienti dalla generosità dei valtaresi e valcenesi d’oltreoceano, a cui si uniranno i contributi di cittadini, associazioni e gruppi locali, saranno acquistate a breve nuove strumentazioni. “Non ci sono parole di sufficienti per dimostrare la nostra gratitudine nei confronti di
queste manifestazioni di solidarietà. – ha commentato Giuseppina Frattini, Direttore Sanitario Ausl – Ringrazio la Valtarese Foundation, che da sempre dimostra grande attenzione per l’Ospedale di Borgotaro; allo stesso modo voglio ringraziare la Famiglia Lusardi e la Signora Sbuttoni, per questo concreto aiuto, da cui traspare l’amore e l’attenzione per la propria terra di origine. Una sensibilità che in un momento così drammatico, specialmente per chi vive negli Stati Uniti – ha proseguito - assume ancor più valore.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

  • Le contraddizioni del decreto: zona arancione con più limitazioni della zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento