rotate-mobile
Attualità

Erba alta in città, Dalla Tana: “Situazione gravissima e mai vista”

Il consigliere comunale: “Avevamo sollevato l’allarme lo scorso novembre, oggi ne paghiamo le conseguenze”

“Alla fine dello scorso anno avevamo sollevato l'allarme, presentando anche un’interrogazione in Consiglio Comunale, quando la scadenza dell'appalto per la manutenzione del verde è stata ignorata da questa Amministrazione. Avevamo espresso chiaramente quale sarebbe stato il rischio di lasciare scoperto un servizio così vitale per la nostra comunità, ma purtroppo le nostre parole sono rimaste inascoltate".  Lo dice il consigliere Arturo Dalla Tana sullo stato di degrado del verde pubblico in città.

"Mai è successa, a nostra memoria, una situazione simile in città ed è gravissimo che questa amministrazione non si sia premurata, come peraltro qualsiasi privato cittadino fa relativamente ai propri giardini, di pianificare la corretta manutenzione degli spazi verdi, lasciando la città totalmente abbandonata ed in preda all’incuria più totale”.

Dalla Tana, consigliere comunale del gruppo che fa capo all’ex Sindaco Pietro Vignali, commenta dunque così  la situazione relativa all’assenza di manutenzione del verde pubblico in città.

“Il 2 Novembre 2023 è scaduto l’appalto per la gestione e manutenzione ordinaria del verde pubblico, che comprendeva anche la manutenzione dei giochi bimbi, delle aree cani e degli arredi urbani. L’amministrazione non solo non lo ha rinnovato tempestivamente, ma non lo ha nemmeno prorogato (possibilità che poteva invece essere presa in considerazione, almeno per gestire la situazione fino al nuovo affidamento). Si è solo pensato ad alcuni interventi di carattere straordinario.  Già a Novembre, al momento della nostra segnalazione, la situazione era critica sia per quanto riguardava la manutenzione del verde, carente in numerosi spazi, sia per lo stato in cui versavano i giochi bimbi, spesso carenti o danneggiati e in alcune zone addirittura assenti, sia per il degrado in cui versavano le aree cani, spesso con fontanelle senza acqua e cestini stracolmi di deiezioni dei nostri amici a quattro zampe.  Oggi, a fine Aprile 2024, le conseguenze della mancanza di azione sono sotto gli occhi di tutti: Parma è sommersa dall'erba alta, e le segnalazioni che riceviamo ogni giorno da parte di cittadini increduli e arrabbiati riguardano ogni angolo della città e gridano vendetta.  A titolo esemplificativo possiamo citare in città la situazione di parco Martini e parco Dei Ricercatori nel quartiere San Lazzaro,in zona Campus, zona Via Paradigna. Nelle frazioni non va meglio, come ad esempio per i residenti dell’abitato di Fognanoche continuano a lamentarsi".

Infine: L'Amministrazione ha agito tardivamente, limitandosi solo ora a fare gli affidamenti. Questo ritardo, figlio di totale mancanza di pianificazione, èimperdonabile e riflette grande negligenza nei confronti dei cittadini. I parmigiani – conclude Dalla Tana - meritano attenzione rispetto alle loro esigenze, e non possono essere abbandonati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erba alta in città, Dalla Tana: “Situazione gravissima e mai vista”

ParmaToday è in caricamento