Inquinamento, valori rientrati nella norma: gli Euro 4 possono circolare

Da domani stop alle misure emergenziali

I dati relativi alla qualità dell'aria, secondo il bollettino Arpae di oggi, giovedì 31 gennaio 2019, sono rientrati sotto i limiti di legge per cui non scatterà da domani la proroga delle misure emergenziali.

Infatti, in base a quanto stabilito dal PAIR (Piano Aria Integrato Regionale), il meccanismo prevede che, a seguito del superamento continuativo del PM10 nei tre giorni antecedenti l’emissione dei bollettini ARPAE del lunedì e del giovedì, vengano disposte le misure emergenziali da parte del Comune.

Possono, quindi, circolare gli autoveicoli alimentati a benzina omologati Euro 2 o superiori; autoveicoli con alimentazione diesel omologati Euro 4 o superiori.

Restano invariate le limitazioni al traffico per le auto più inquinanti che non possono entrare nell'anello delle tangenziali, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30. alle 18.30, fino al prossimo 31 marzo 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento