Fase 2 e riaperture dal 3 giugno, Bonaccini: "Qualche rischio va preso"

Il presidente della Regione Emilia-Romagna è scettico sul progetto di passaporto sanitario

Dal 3 giugno sarà possibile spostarsi liberamente tra le regioni. Il presidente della Regione Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, ospite di Omnibus su La7 ha sottolineato: "Qualche quota di rischio va presa altrimenti non riapriremmo mai. Mi pare che dopo il 4 di maggio quando tornarono al lavoro 5 milioni di persone la curva ha continuato a scendere, dopo la riapertura del 18 maggio proprio in questi giorni si può fare una valutazione e si prova a ripartire".

Sul passaporto sanitario, invece, Bonaccini è scettico. "Il passaporto sanitario è ingestibile e impraticabile. Il nostro è un paese diverso, fatto di tante componenti con regioni così differenti, sia per diffusione del virus che per colore politico, ma mi sembra che la pandemia sia stata gestita bene nonostante la situazione drammatica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

  • Oggi la firma del Dpcm: Natale solo tra conviventi e coprifuoco alle 22

Torna su
ParmaToday è in caricamento