Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Tutte le iniziative

Il 25 aprile a Parma sarà celebrato anche quest’anno con una cerimonia sobria e con una programmazione di eventi soprattutto on line, in linea con quanto previsto dalla situazione di emergenza sanitaria e dalle misure anticontagio coronavirus. La Festa della Liberazione, momento fondamentale per la democrazia italiana, potrà essere una occasione in cui i parmigiani, pur distanti fisicamente, possano unirsi idealmente nei valori e negli ideali connessi a questa importante ricorrenza, che segna un momento cruciale della storia d’Italia e che è legata alla Resistenza, ai valori di libertà, uguaglianza ed alla lotta per la dignità ed i diritti dell’uomo, per la liberazione dal nazifascismo. Non si svolgeranno, come già l’anno passato, cortei di piazza: il momento commemorativo verrà celebrato dalle autorità senza la presenza del pubblico.

La cerimonia in piazza Garibaldi verrà comunque trasmessa sulla pagina Facebook del Comune di Parma Città di Parma e dall’emittente televisiva locale. Il programma completo degli eventi è stato presentato, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, dal Presidente del Consiglio Comunale, Alessandro Tassi Carboni, dall’Assessore alla Cultura, Michele Guerra, e da Gianpaolo Cantoni in rappresentanza della Provincia di Parma. “Si tratta di un programma articolato – ha sottolineato Alessandro Tassi Carboni – per ribadire i valori della Resistenza e della Libertà, in un tempo ancora segnato dalla pandemia. Tutto questo grazie ad un lavoro di squadra, tra i vari soggetti coinvolti, per stilare un programma all’altezza della ricorrenza, cercando, per quanto possibile, di recuperare i rapporti sociali interrotti dalla pandemia”.

“In tempi di Covid – ha sottolineato Gianpaolo Cantoni – realizzare questo programma non è stato facile. Dalla sede della Provincia, il 25 Aprile, giovani alfieri, ragazzi di oggi, poteranno in piazza Garibaldi le 26 bandiere della Brigate Partigiane, per lanciare ancora una volta un ponte tra i giovani della Resistenza ed i giovani di oggi”.

“Abbiamo messo in campo un progetto ambizioso – ha rimarcato l’Assessore alla Cultura, Michele Guerra – per non fermarci, per rimarcare il significato di una ricorrenza fondamentale. Fermarsi in questa occasione avrebbe voluto dire arrendersi. Per questo è stato stilato, accanto al programma istituzionale, un denso programma culturale”. Le celebrazioni verranno, come ogni anno, precedute, venerdì 23 aprile, dalla posa delle corone d’alloro sui luoghi simbolo della Resistenza. L’iniziativa è promossa dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato per le celebrazioni del XXV aprile. A seguito delle restrizioni imposte dalla pandemia non potrà essere organizzato nessun corteo, la cerimonia si svolgerà quindi in forma ridotta. Alla cerimonia sarà presente per il Comune di Parma, il Presidente del Consiglio Comunale, Alessandro Tassi Carboni.

Inoltre, precederà le celebrazioni, il 24 aprile, l’intitolazione del parco Giovanni Vignali “Bellini” (nome di battaglia del Partigiano) a San Pancrazio. Momenti clou della giornata del 25 aprile saranno la consegna del riconoscimento al comandante Partigiano Bruno (Bruno Spadini) da parte del Comune di Parma e di tutte le Associazioni Partigiane, seguita dalla cerimonia in piazza Garibaldi con gli interventi delle autorità cittadine. In mattinata la cerimonia prevede, alle 11, la posa delle corone di alloro al monumento al Partigiano, in piazza della Pace, ed a quello dei Caduti di tutte le guerre, in fondo a via Cavour – angolo via Melloni. A seguire si svolgerà la Cerimonia ufficiale in piazza Garibaldi, con la partecipazione del Corpo Bandistico Giuseppe Verdi, ed alla presenza del Sindaco, Federico Pizzarotti, del Presidente della Provincia, Diego Rossi, dei rappresentanti delle Associazioni Partigiane Cittadine e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

A partire dalle ore 15 fino alle 19 in diretta sul sito web QuBìtv, al via l’iniziativa “Liberazione in streaming”, il progetto a cura di Esplora Aps, realizzato in collaborazione con QuBìtv e Associazione Vocinarte, con il sostegno del Comune di Parma, che vedrà alternarsi diversi artisti parmigiani ed emiliani come Marco Rovelli, Mara Redeghieri, Manìnblù, Rocco Rosignoli, Jaime Dolce. Canzoni originali, interpretazioni di altre canzoni, dal tema direttamente o indirettamente collegato alla libertà, alla liberazione e alla resistenza.

A partire dalle ore 21, su 12TvParma e sul canale YouTube Città di Parma, sarà trasmessa l’iniziativa La Resistenza e la sua luce: appuntamento fatto di musica e poesia a conclusione della giornata dedicata alle Celebrazioni del 25 aprile. Le realtà musicali della città e la voce recitante di Adriano Engelbrecht accompagneranno il pubblico in un viaggio virtuale tra alcuni dei luoghi più significativi della Resistenza, da Piazzale Picelli ai Portici del Grano, da Piazzale della Pace a Piazza Garibaldi. Organizzato dal Comune di Parma in collaborazione con Società dei Concerti di Parma, La Toscanini, Fondazione Prometeo, Associazione culturale Parma Frontiere, Conservatorio di Musica ‘Arrigo Boito’ di Parma.

CELEBRAZIONI XXV APRILE 2021 - PROGRAMMA INIZIATIVE CULTURALI

DOMENICA 25 APRILE

Liberazione in streaming
dalle 15 alle 19
Diretta dai canali della web tv QuBìtv con diversi artisti parmigiani ed emiliani come Marco Rovelli, Mara Redeghieri, Manìnblù, Rocco Rosignoli, Jaime Dolce. Canzoni originali, interpretazioni di altre canzoni, dal tema direttamente o indirettamente collegato alla libertà, alla liberazione, alla resistenza. Progetto a cura di Esplora Aps, realizzato in collaborazione con QuBìtv e Associazione Vocinarte, con il sostegno del Comune di Parma. In diretta sul sito web QuBìtv www.qubitv.it

Un mucchio di stracci neri sulla neve
dalle ore 18.00 alle ore 22.00
Lettura scenica a più voci ispirata al romanzo “L’Agnese va a morire” di Renata Viganò, adattamento di Fabrizio Croci.
Organizzato da A.N.P.I. Parma in collaborazione con A.N.P.I. di Colorno, Salsomaggiore Terme, Torrile, Fiorenzuola d’Arda.
In diretta sul canale YouTube di STAYonSTAGE progetto di formazione. 

La Resistenza e la sua luce
dalle 21

Appuntamento fatto di musica e poesia a conclusione della giornata dedicata alle Celebrazioni del 25 aprile. Le realtà musicali della città e la voce recitante di Adriano Engelbrecht accompagneranno il pubblico in un viaggio virtuale tra alcuni dei luoghi più significativi della Resistenza, da Piazzale Picelli ai Portici del Grano, da Piazzale della Pace a Piazza Garibaldi. Organizzato dal Comune di Parma in collaborazione con Società dei Concerti di Parma, La Toscanini, Fondazione Prometeo, Associazione culturale Parma Frontiere, Conservatorio di Musica ‘Arrigo Boito’ di Parma. Su 12TvParma e sul canale YouTube Città di Parma
Viale San Michele.

Prima che si imbianchino le cantine dalle ore 10 alle ore 24
Streaming integrale e gratuito del nuovo capitolo dell’indagine drammaturgica sulla tragedia europea durante le dittature nazi-fasciste a cura di Francesco Pititto. Il progetto permanente su Resistenza e Olocausto realizzato da Lenz Fondazione in collaborazione con l'ISREC - Istituto storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma. Visibile dall’homepage www.lenzfondazione.it

Incontri sulla Resistenza in Italia
a cura di ISREC Parma nell’ambito della Settimana Civica: “Noi come cittadini, noi come popolo” del Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani: Partigiani d’oltremare. Dal corno d’Africa alla Resistenza italiana Incontro con Matteo Petracci (autore dell’omonimo volume, edizioni Petracci, 2019) Evento in collaborazione con ONG “Parma per gli altri”;

La Resistenza. Primi nuclei armati, partigiani di pianura e stragi nazifasciste
Marco Minardi (ISREC Parma), Mariachiara Conti (storica) e Mario Renosio (ISR Asti) Dal 25 aprile disponibile sul canale YouTube dell'ISREC e sul canale YouTube Città di Parma, la registrazione degli incontri organizzati per le scuole.

Bella ciao. La Resistenza in Italia
a cura di Centro Studi Movimenti
Incontro con Santo Peli, uno dei più importanti studiosi di storia della lotta partigiana, autore di importanti volumi come La Resistenza in Italia (Einaudi 2004) e Storie di Gap. Terrorismo urbano e Resistenza (Einaudi 2015). Dal 25 aprile disponibile sul canale YouTube del Centro Studi Movimenti e sul canale YouTube Città di Parma, la registrazione degli incontri organizzati per le scuole.

Altre iniziative dedicate alle Celebrazioni
dal 16 aprile all’8 maggio a cura di:

A. N. P. I. sezione di PARMA
22 aprile ore 18.00
in collaborazione con ISREC Parma
“L’impegno e il desiderio. Donne e politica a Parma dalla Resistenza alla Repubblica, 1943-1994" Brunella Manotti (ANPI Parma) dialoga con Teresa Malice, Chiara Nizzoli, Irene Sandei e Maddalena Arrighini (ISREC Parma)

24 aprile ore 21.00
“La memoria è un filo rosso”
Concerto di e con Rocco Rosignoli (ANPI Parma)

29 aprile ore 18.00
“Memorie partigiane”
Incontro con lo storico Santo Peli
Per partecipare agli incontri è necessario scrivere e prenotarsi a cittadino@anpiparma.it specificando l’incontro a cui si intende assistere, verrà poi inviato agli iscritti il link di collegamento ISREC - Istituto storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma “Incontri sulla Resistenza in Italia”

Due appuntamenti con storici sotto forma di dialogo rivolti agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Nell’ambito della Settimana Civica: “Noi come cittadini, noi come popolo” del Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani
20 aprile ore 11-12.30

“Partigiani d’oltremare. Dal corno d’Africa alla Resistenza italiana” Incontro con Matteo Petracci (autore dell’omonimo volume, edizioni Petracci, 2019) Evento in collaborazione con ONG “Parma per gli altri”

22 aprile ore 11-12.30
“La Resistenza. Primi nuclei armati, partigiani di pianura e stragi nazifasciste” Marco Minardi (ISREC Parma), Mariachiara Conti (storica) e Mario Renosio (ISR Asti) Gli incontri si terranno sulla piattaforma zoom di ISREC, per iscrizioni direzione@istitutostoricoparma.it, agli iscritti verrà poi inviato il link per il collegamento. 

"Dialoghi sulla storia in tempo di Covid-19"
Quattro incontri che metteranno a confronto studenti delle scuole superiori con autori di storia contemporanea scelti da alcuni insegnanti degli istituti: Romagnosi, Marconi, Sanvitale, Maria Luigia, Bertolucci.

16 aprile ore 15.30
Bruno Maida “Treni dell'accoglienza” Einaudi Storia 2020
21 aprile ore 15.15
Carlo Greppi “L’età dei muri. Breve storia del nostro tempo” Feltrinelli 2019
29 aprile ore 15.30
Ferdinando Fasce, “I presidenti USA. Due secoli di storia” Carrocci 2008

6 maggio ore 16
Alessandra Mastrodonato, “Parma ’68. Gli anni della contestazione giovanile e la stagione dei movimenti” MUP 2021
Gli incontri si terranno in diretta streaming sul canale YouTube dell'Istituto Storico della Resistenza e
dell'Età Contemporanea di Parma Per info: direzione@istitutostoricoparma.it

Gruppo di lettura “La Paloma-Voglia di leggere”
22 aprile ore 20.45
Una serata dedicata all’anarchico triestino Umberto Tommasini, che ha attraversato, in prima linea, gli eventi cruciali del XX secolo e che si è opposto tenacemente al fascismo. Ospiti: Claudio Venza (curatore del libro 'Il fabbro anarchico'), i registi Fabio Toich e Ivan Bormann (registi del documentario “An anarchist life”) che si sono dedicati, nelle loro opere, alla figura di Tommasini. La serata prevedrà letture tratte dal libro e la visione di alcuni spezzoni del documentario.

In diretta su Jitsii Meet e sul canale YouTube de 'La Paloma'. Per partecipare all'incontro su Jitsii Meet inviare una mail entro le ore 12 di giovedì 22 alla mail vogliadileggere.lapaloma@gmail.com . L'incontro sarà visibile in diretta sul canale YouTube de "La
Paloma' all'indirizzo www.youtube.com/channel/UCp5r2fysuqCGRdyZRJlfYow .

Centro Studi Movimenti
24 aprile ore 10.30
“Bella ciao. La Resistenza in Italia”
Incontro con Santo Peli, uno dei più importanti studiosi di storia della lotta partigiana, autore di importanti volumi come La Resistenza in Italia (Einaudi 2004) e Storie di Gap. Terrorismo urbano e Resistenza (Einaudi 2015). Nell'incontro il prof. Peli ripercorrerà le fasi più importanti della storia italiana tra il 1943 e il 1945, dall'8 settembre alla Liberazione del 25 aprile, tratteggiando la fisionomia degli attori principali di quei 20 mesi (partigiani, fascisti della Repubblica di Salò, nazisti, alleati, popolazione civile) e analizzando le diverse forme di resistenza (armata e civile) che, in quei 20 mesi, si opposero all'occupazione tedesca e al fascismo repubblicano. Incontro rivolto alle scuole secondarie di secondo grado. Gli incontri si terranno sulla piattaforma Zoom, per iscrizioni https://forms.office.com/r/q38DcK1xuw
agli iscritti verrà poi inviato il link per il collegamento.
Per info: centrostudimovimenti@gmail.com

8 maggio ore 17.00
Presentazione del volume Una stagione di fuoco. Fascismo guerra Resistenza nel Parmense (Bfs 2021) A cura del Centro Studi Movimenti Luogo da definire. L'evento si terrà nel rispetto delle indicazioni del Dpcm in vigore.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

ParmaToday è in caricamento