Fiere, Di Maio: "Dopo il Covid ripartiamo da Cibus Forum per sostenere il Made in Italy"

Il Ministro degli Affari Esteri ha inaugurato stamattina la manifestazione: con lui anche il sindaco Federico Pizzarotti, dopo le polemiche: "Se non mi ha già bloccato sul cellulare lo incontro volentieri"

Il Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio ha inaugurato nella mattinata di mercoledì 2 settembre Cibus Forum alle Fiere di Parma. Insieme a lui anche il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Il primo cittadino non era annunciato nel programma ufficiale di Cibus Forum: dopo le polemiche ha deciso di andare alle Fiere ed incontrare Di Maio, nonostante le pesanti polemiche del recente passato sul Movimento 5 Stelle. 

"Cibus Forum - ha esordito Luigi Di Maio - è fondamentale per l'importanza strategica del nostro export ed è un grande segnale di speranza. Il Cibus vero e proprio si terrà nel 2021 e noi lo sosterremo vivamente gli eventi fieristici che promuovono il made in italy nel mondo. L'idea di di oggi è importantissima per dare continuità ad una serie di eventi e di appuntamenti che causa Covid purtroppo erano stati rimandati. Il made in Italy è più che mai  strategico in questo momento: circa il 32% del Pil è legato alle esportazioni e il 15% legato al turismo".

"Promuovere il made in italy nel mondo - ha proseguito il Ministro degli Affari Esteri - vuol dire anche restituire il flusso turistico legato allo shopping, alla moda, alle nostre eccellenze e alle nostre bellezze naturali. Noi investiremo fortemente nelle Fiere: abbiamo nuovi strumenti, già introdotti con il decreto Agosto. Più in generale a maggio abbiamo firmato un patto per l'export che vale molti migliardi di euro per le nostre imprese. Il futuro del made in italy sarà sempre più forte quanto più aiutaremo le nostre aziende per entrare nei nuovi circuiti".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Parma scongiura la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento