Fisac Cgil: Parma elegge Daniela Solimei segreterio generale della categoria

Contratti, welfare aziendale, riduzione dell'orario di lavoro, antirazzismo e antisessismo alcune delle priorità contenute nel documento politico approvato

Lo scorso 11 ottobre presso la Corale Verdi di Parma, a margine dellXI Congresso provinciale della FISAC CGIL di Parma, si è riunita l'Assemblea Generale della categoria che ha eletto Daniela Solimei nei nuovo Segreterio Generale con 100% dei voti a favore.

Su proposta del neosegretario è stata eletta anche la Segreteria, composta da Mario De Simone e Martina Vecchione.

Nel documento politico conclusivo il Congresso FISAC CGIL Parma Parma assume la relazione del Segretario Generale Enrico Segantini, i contributi emersi dal dibattito e gli interventi della Segretaria CGIL Parma Enrica Gabbi, della Segretaria Regionale FISAC CGIL Barbara Bottarelli e della Segretaria Nazionale Fisac CGIL Fulvia Busettini.

Il documento politico approvato individua alcuni punti centrali per l'azione del sindacato bancari e assicurativi della CGIL per il prossimo quadriennio tra cui il ruolo e la centralità dei Contratti Nazionali. Il primo appuntamento in calendario è quello del Contratto ABI, cui succederà il rinnovo degli altri Contratti Nazionali nelle prerogative della categoria (ANIA; Agenzie in gestione libera – appalto assicurativo; Agenzia Entrate-Riscossioni).

In riferimento al contesto più generale, il Congresso esprime preoccupazione e intenzione di contrasto verso la svolta populista/sovranista di stampo neo-liberista e neo-capitalista, con rigurgiti di neofascismo confemando l’adesione a posizioni antifasciste, antirazziste e antisessiste, difendendo in ogni sede e luogo i principi di uguaglianza disciplinati all’interno della Costituzione. Ritiene inoltre che l ’attacco ai diritti delle donne sia uno dei più preoccupanti segnali di una regressione culturale che sta vivendo il nostro Paese: dovere della Fisac CGIL di Parma, pertanto, è di combattere con ogni mezzo (anche attraverso il sostegno alla campagna di “Non una di meno”) questa deriva. La contrattazione può diventare quindi strumento fondamentale per ribaltare questo schema di pensiero.

Tra i diversi impegni del sindacato bancari-assicurativi vi è quello di ricercare una mediazione culturale tra la contrattazione del welfare aziendale e il potenziamento dei servizi pubblici come forma collettiva e universale di libero accesso. Intende inoltre sostenere l’iniziativa contenuta nel documento congressuale e perseguire una riduzione degli orari di lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

Torna su
ParmaToday è in caricamento