rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Fondazione Fare Cinema, al via i bandi per i corsi invernali in produzione e sceneggiatura

I percorsi formativi si svolgeranno tra Piacenza e Bobbio; a numero chiuso e gratuiti, sono realizzati con risorse del Fondo sociale europeo e della Regione Emilia-Romagna

Fondazione Fare Cinema, presieduta da  Marco Bellocchio e diretta da Paola Pedrazzini: sono due i corsi proposti, in sceneggiatura e produzione, che come nella tradizione della Fondazione si avvarranno di docenti d'eccezione,  rendendo il percorso formativo particolarmente qualificato e qualificante.  

Entrambi i corsi sono realizzati con risorse del Fondo sociale europeo e della Regione Emilia  Romagna, in attuazione del programma Regionale 2018-2020 in materia di Cinema e Audiovisivo ai  sensi della l.r. n. 20/2014 PO Fse 2014/2020.  

“Lo sceneggiatore - Scrivere per il cinema: dall'idea al film” (Operazione Rif. PA 2020- 15452/RER approvata con DGR 402/2021 del 29/03/2021 e co-finanziata dal Fondo sociale  europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.) sarà strutturato in 620 ore totali, di cui 220  d'aula e 400 di project work.  

Il corso si strutturerà attraverso diverse tipologie di approccio, a partire dalle lezioni frontali, in cui i  docenti esperti trasmetteranno concetti ed informazioni attraverso l'esposizione e la spiegazione,  arricchite non solo dal loro “know how”, ma anche dall'esperienza professionale maturata nel corso  delle loro carriere in ambito sul campo cinematografico.  

Fiore all’occhiello del percorso è il corpo docente formato da grandi professionisti del cinema. Il  corso sarà tenuto da una docente d'eccezione, Valia Santella (titolare del corso), reduce da Venezia  dove ha firmato la sceneggiatura di “Ariaferma” con Leonardo di Costanzo e Bruno Oliviero, da  Cannes con “Tre piani” scritto con Nanni Moretti nonché dal grande successo de “Il traditore”  (Nastro d'Argento 2019, candidato italiano agli Oscar 2020) di cui firma la sceneggiatura. Valia  Santella ha nel corso della sua carriera collaborato con registi, oltre a Marco Bellocchio, quali  Nanni Moretti, Gabriele Salvatores, Silvio Soldini. Tra i suoi lavori, ricordiamo i recenti “Euforia”,  “Napoli Velata”, “Rosso Istanbul”, “Fai bei sogni”, “Pericle il nero”, “Mia Madre”, “Miele”. Oltre a  lei sarà docente del corso anche Bruno Oliviero, regista e sceneggiatore che viene dal documentario  e che con lei ha appena lavorato ad “Ariaferma” di leonardo di Costanzo.  

Interverranno inoltre durante il corso artisti ospiti come Marco Bellocchio e Leonardo di Costanzo. L'articolazione del project work avrà una grande rilevanza nel percorso formativo, gli studenti  saranno chiamati infatti a confrontarsi con il lavoro pratico, il lavoro in aula sarà strettamente legato al lavoro fatto individualmente (o a gruppi) dagli studenti. Il project work previsto consisterà in  una serie di esercitazioni finalizzate ad arrivare alla stesura pressoché definitiva di una  sceneggiatura di lungometraggio.  

Questo anche nell'ottica di avvicinarli a una modalità di approccio alla scrittura simile se  non del tutto aderente a quella che ritroveranno in ambito lavorativo. Al termine del percorso formativo il corsista avrà acquisito nozioni artistiche, stilistiche e culturali  applicate a forme e tecniche della scrittura cinematografica, approfondendo anche i temi legati alla  filiera del cinema e ai ruoli dell'industria dell'audiovisivo. Il corso è gratuito e avrà una durata di 620 ore non consecutive, di cui 220 di aula e 400 di project  work; si svolgerà principalmente a Bobbio (PC) e Piacenza da Ottobre 2021 a Settembre 2022. A  fine percorso verrà rilasciato un attestato di frequenza.  

L'altro corso “Il produttore cinematografico - Realizzare un film: creatività e risorse” (Operazione Rif. PA 2020-15451/RER approvata con DGR 402/2021 del 29/03/2021 e co-finanziata  dal Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.) vedrà come docente  principale Gianluca Arcopinto: già direttore artistico del corso di Produzione al Centro Sperimentale  di Cinematografia, ha prodotto, organizzato, distribuito più di cento film, unico in Italia a  distinguersi soprattutto nella produzione di opere prime in maniera sistematica. Ha accompagnato  all’esordio registi quali Matteo Garrone, Paolo Genovese, Vincenzo Marra, Cesar Meneghetti e  diretto i film 'Nichi' e 'Angeli distratti'.  

Accanto a Gianluca Arcopinto ci saranno esperti e docenti di comprovata esperienza in ambito  cinematografico, che terranno lezioni monografiche sulle diverse fasi specifiche del ciclo produttivo  (a titolo esemplificativo come Simone Isola, Domenico Maselli, Cesare Apolito, Raffaele Meale...).  Le lezioni frontali saranno strettamente interconnesse a esempi pratici; avere a disposizione docenti  che hanno grande esperienza personale in campo cinematografico permetterà di collegare le  nozioni teoriche a esempi concreti e di ricevere numerosi spunti di riflessione e input culturali. I  partecipanti potranno esperire metodologie già proprie della realtà lavorativa in tutti i suoi aspetti.  

Questi percorsi formativi, altamente qualificati e qualificanti, sono rivolti a residenti o domiciliati in  Emilia Romagna che abbiano spiccato interesse per l'ambito della sceneggiatura nonché conoscenze  e capacità attinenti tale area professionale. Anche in questo caso, si tratta di un corso gratuito con  durata complessiva di 270 ore (180 di aula e 90 di project work). Luogo delle lezioni sarà  principalmente Bobbio (PC) e Piacenza, con svolgimento da Ottobre 2021 a Settembre 2022.  

Per entrambi i corsi l'idea di base è quella del “learning by doing” e cioè apprendere attraverso il  fare, attraverso l'azione, uno dei punti di forza dell'approccio formativo di Fondazione Fare Cinema.  Gli obiettivi di apprendimento si configurano sotto forma di “saper fare” e non solo “conoscere”; in  tal modo il soggetto prende coscienza del perché è necessario conoscere qualcosa e come una certa  conoscenza possa essere utilizzata.  

Alla fine dei percorso sarà rilasciato un attestato di frequenza. Tutti e due i corsi sono cofinanziati con risorse del Fondo sociale europeo e della Regione Emilia Romagna: l'accesso a entrambi è a numero chiuso, e sono previsti in tutto 12 partecipanti per  ciascun corso.  Chi desidera candidarsi ad uno dei due corsi deve inviare la scheda d’iscrizione (corredata degli  allegati richiesti specifici per ciascun corso) all’indirizzo e-mail:  iscrizioni@fondazionefarecinema.it entro e non oltre il 4 ottobre 2021.  

La scheda d’iscrizione e la specifica degli allegati richiesti si trovano al sito  www.fondazionefarecinema.it.  

Durante la fase di selezione Fondazione Fare Cinema raccoglierà le domande di iscrizione e  procederà alla verifica dei requisiti formali e sostanziali analizzando ciascun curriculum e prodotto.  Qualora le domande di iscrizione siano superiori al numero di posti disponibili è prevista una prova 

di selezione, formata da una parte scritta ed una orale, al fine di verificare sia i requisiti di accesso  che il grado di motivazione alla frequenza del corso, unitamente alla consapevolezza del ruolo  lavorativo considerato e la sua coerenza con il proprio obiettivo professionale.  

Entrambi progetti formativi si avvalgono di una rete di promotori d'eccezione: Kavac Film, società  di produzione de “Il traditore”; Cineteca di Bologna, una delle più importanti cineteche europee;  Madeleine Film e Mompracem, case di produzione cinematografica e televisiva; Comune di Bobbio  sede dello storico Bobbio Film Festival.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Fare Cinema, al via i bandi per i corsi invernali in produzione e sceneggiatura

ParmaToday è in caricamento