rotate-mobile
Attualità

Fondazione Toscanini, sindacati soddisfatti del nuovo corso

"Accolta la nostra richiesta di un cambio di rotta dalle forze politiche e culturali coinvolte nelle nuove nomine di CDA e Sovrintendenza"

Con il cambio dei membri del CDA e la nomina del nuovo sovrintendente R. Jais (che sarà in carica dal 1 gennaio 2024) le Istituzioni hanno dato risposta a quel “cambio di rotta” che abbiamo invocato da un anno a questa parte in ogni comunicato ed in ogni sede assieme alle rappresentanze aziendali ed ai dipendenti della Fondazione (amministrativi ed Orchestra). Già i primi riscontri avuti dal nuovo CDA che ha da subito incontrato le sigle sindacali fornendo le prime rassicurazioni, e la sensibilità del Presidente Pinamonti in particolare sulle questioni poste e verso ogni singolo dipendente, hanno dato prova di un cambio di clima in Fondazione. 

Altre questioni dovranno essere affrontate più avanti con il nuovo Sovrintendente, M° Jais a cui chiederemo presto un incontro: dall’ampliamento dell’organico Orchestrale al contratto integrativo aziendale, da una diversa considerazione e comunicazione con tutto il personale, ad un più sensato ed equilibrato uso delle risorse nel rispetto della natura e dello statuto della Fondazione. Ci aspettiamo che anche il nuovo Sovrintendente prosegua sulla strada del cambio di rotta, nella speranza di ritrovare la serenità per una proficua collaborazione futura. Un ringraziamento agli Assessori regionale e comunale Mauro Felicori e Lorenzo Lavagetto ed al nuovo CDA per la disponibilità e la sensibilità dimostrata nei confronti delle istanze a loro riportate. Siamo certi che si riuscirà a recuperare e rilanciare la storia e la notorietà della Fondazione Toscanini riportandola ad essere un punto di riferimento della Musica lirica e sinfonica non solo nel nostro Paese ma anche all’estero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Toscanini, sindacati soddisfatti del nuovo corso

ParmaToday è in caricamento