"Gesto vergognoso di Priamo Bocchi contro le donne vittime di violenza"

Pizzarotti si rivolge a Giorgia Meloni: "È questo il pensiero squallido di Fratelli d'Italia?"

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti scrive a Giorgia Meloni dopo il gesto di Priamo Bocchi, coordinatore di Parma di Fratelli d'Italia. 

"Onorevole Giorgia Meloni, lui è Priamo Bocchi, coordinatore di #Parma di Fratelli d'Italia. Il giorno prima della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, con un fotomontaggio mostra sprezzante il deretano verso la discussione in Consiglio Comunale su una mozione contro le discriminazioni di genere e le violenze legate al sesso.

Come a dire: della violenza e delle discriminazioni sessuali Fratelli d'Italia se ne frega, calo le braghe e vi mostro il deretano.

Ci dica se questo è il pensiero squallido di Fratelli d'Italia o solo del signor Bocchi. Lo chiedo perché anche Parma, purtroppo, è stata teatro di brutali femminicidi e di gesti discriminatori.

Lo squallore di Bocchi offende prima di tutto le donne di Parma che purtroppo oggi non ci sono più, le ricordo qui: Elisa Pavarani, Virginia Fereoli, Silvia Mantovani, Dino Curi Huansi, Cosmina Burlan, Gouesh Woldmichael Gebrehiwot, Michelle Campos, Alessia Della Pia.

Il vergognoso gesto, sprezzante verso il Consiglio Comunale, offende anche le istituzioni parmigiane e tutta la città.

Il signor Bocchi dovrebbe scusarsi, ma non lo farà: forse dirà che è stato frainteso, un classico.

Chiedo quindi all'onorevole Meloni se questo alto, altissimo pensiero è anche quello di Fratelli d'Italia. In tal caso, onorevole Meloni, le anticipo che Parma è tutto il contrario di questo pensiero, e che Bocchi non rappresenta il pensiero della città ma quello, squallido, di Fratelli d'Italia.  Rimango in attesa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Ecco cosa si può fare da lunedì 11 gennaio a Parma

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento