Giornata del diabete: le iniziative di Ausl e Ospedale Maggiore

Dal 10 novembre, banchetti informativi e incontri di educazione sanitaria a Parma e provincia, insieme ad AGD

Sono tante le iniziative organizzate in città e provincia dalle due Aziende sanitarie – AUSL e Azienda Ospedaliero-Universitaria –  in occasione della giornata mondiale del diabete (il 14 novembre) che quest’anno è focalizzata sul tema “Famiglia e diabete”, con lo slogan “Diabete: proteggi la tua famiglia”.

“L’obiettivo delle iniziative – afferma Maria Cristina Cimicchi, responsabile del programma Diabetologia territoriale dell’AUSL di Parma -  vuole sottolineare il ruolo della famiglia che, oltre ad  essere supporto alle persone con diabete per la migliore gestione della malattia, è il primo e fondamentale educatore ai corretti stili di vita, per contrastare a partire dai bambini la comparsa di diabete tipo 2 e l’obesità. Al riguardo, abbiamo realizzato un pratico depliant con semplici regole alimentari e di esercizio fisico per bimbi e ragazzi in distribuzione in questi giorni. Da non dimenticare – conclude Cimicchi -  che la famiglia, insieme alla scuola, è parte attiva anche per riconoscere precocemente i sintomi di esordio del diabete tipo 1 nel bambino - sete intensa e frequente bisogno di urinare - ed evitare quindi il rischio di  chetoacidosi, complicanza acuta del diabete”.

Questi  gli appuntamenti in città e provincia con i professionisti sanitari e i volontari di AGD – Associazione Giovani Diabetici,  dove trovare ogni utile informazione sulla prevenzione e cura di questa malattia e sottoporsi al test gratuito della glicemia.

I professionisti dell’AUSL sono  il 10 novembre, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 a 17.30, in piazza Vittorio Veneto a Traversetolo; il 12 novembre, dalle 12 alle 15, nel piazzale Delle Rose dell’Ospedale di Vaio e alla Casa della Salute di  Colorno dalle 9 alle 12. Il Maggiore sarà in piazza Garibaldi sabato 16 novembre, dalle 9 alle 13, con medici e infermieri del  Centro per la cura del diabete a cui afferiscono le strutture di Endocrinologia e malattie del metabolismo, Trattamento intensivo del diabete e delle sue complicanze e Malattie del ricambio e diabetologia, oltre a Pediatria generale e d'urgenza.

In programma anche tre incontri di educazione sanitaria. Il primo dal titolo “Scuola, sport, risorse e difficoltà delle famiglie... come affrontarle e come superarle”, in programma giovedì 14 novembre alle ore 18 all’hotel Parma e congressi, organizzato da AGD, con il patrocinio dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, con gli interventi di diabetologa pediatrica,  fitness trainer e  psicologa; per partecipare, occorre la prenotazione a: segreteria@agdparma.it. Il secondo, dal titolo “Diabete e famiglia” a Fornovo, il 20 novembre al Foro 2000 in  via G. di Vittorio 7, dalle 18.30 alle 20.30, con interventi di professionisti dell’AUSL, di AGD e di medici di famiglia del Distretto Valli Taro e Ceno. Il secondo sulla  prevenzione del piede diabetico, alla Casa della Salute di Colorno il 25 novembre alle 14.

IL DIABETE è una malattia cronica caratterizzata da alti livelli di glucosio (zucchero) nel sangue (iperglicemia). Ne esistono due tipi: il diabete di tipo 1 (o insulino dipendente), che colpisce in genere i bambini e le persone giovani e il diabete di tipo 2, la forma più comune. A Parma e provincia i diabetici sono un grande numero: circa 27 mila, la maggioranza dei quali è rappresentata da soggetti con diabete tipo 2,  dunque 7 persone ogni cento. 

I SINTOMI della comparsa del diabete sono sete intensa, necessità di urinare frequentemente o enuresi notturna (fare pipì a letto) nei bambini. Nel diabete tipo 2 i sintomi possono essere più lievi o addirittura assenti: facile affaticamento, problemi alla vista, dimagrimento rapido, a volte difficoltà nella guarigione da ferite.

A CHI RIVOLGERSI Il primo riferimento è il medico di famiglia o il pediatra che, in caso di necessità, prescrive la visita dal diabetologo.

COME SI CURA Il diabete tipo 1 necessita sempre di terapia farmacologica (insulina). Per gestire al meglio il diabete tipo 2 è importante seguire una corretta alimentazione e svolgere regolare attività fisica. In caso di necessità, il medico di famiglia o il diabetologo prescrivono i farmaci ipoglicemizzanti orali e, in alcuni casi, l’insulina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

QUALI CONTROLLI OCCORRE FARE Il medico di famiglia e/o il diabetologo indicano come e quando effettuare gli opportuni controlli. Si tratta di esami semplici, come il test della glicemia, il dosaggio dell’emoglobina glicosilata e altri  esami del sangue. A questi si possono aggiungere anche periodiche visite specialistiche (es. oculistica e cardiologica).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Bonus affitto per famiglie e persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid: contributo fino a 1.500 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento