Attualità

Giovani entusiasti per il coprifuoco a mezzanotte: "Non vedevamo l'ora"

Le voci dei ragazzi nella prima serata con le nuove regole

Con il rallentamento della pandemia da Covid-19 le maglie delle restrizioni si allentano sempre di più: dopo il posticipo di un'ora del coprifuoco - fino all 23 - da ieri, lunedì 7 giugno il coprifuoco è fissato a mezzanotte. Un pò di respiro in più per i commercianti e i gestori dei locali, oltre che per i tantissimi giovani parmigiani che - dopo mesi e mesi di blocchi e restrizioni - possono finalmente tornare in strada. Anche se dopo l'episodio di sabato sera tanti cittadini hanno criticato il comportamento di alcuni ragazzi che, ubriachi, sono scappati dalla polizia ed hanno urinato sui portoni delle case, gli adolescenti ed i giovanissimi non vedevano l'ora di passare qualche ora con i loro amici, in piazza e nei luoghi di ritrovo in quartiere.

Nella serata di ieri, 7 giugno, abbiamo raccolto le voci di alcuni giovani. "Non vedevo l'ora" commenta un ragazzo in strada con lo scooter  - Almeno si può stare in giro fino a mezzanotte e hanno iniziato anche a farci prenotare per le vaccinazioni. Finalmente hanno capito che i giovani vanno valorizzati e non criminalizzati". Una ragazza che è con lui racconta la sua storia: "Mia madre è risultata positiva al Covid-19 ed è stata ricoverata in ospedale ma per fortuna ce l'ha fatta. Io mi rendo conto della gravità del problema ma è anche giusto lasciare spazio ai ragazzi, soprattutto in una città come Parma, non sempre aperta alla socializzazione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani entusiasti per il coprifuoco a mezzanotte: "Non vedevamo l'ora"

ParmaToday è in caricamento