Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Green pass, nuova stretta in arrivo: verso l'obbligo per la scuola

Dal 6 agosto sarà necessario esporre il certificato per entrare in ristoranti, piscine, palestre, musei, sagre e fiere

Le misure relative al Green pass, che verranno attivate a partire dal 6 agosto, prima della pausa estiva potrebbero essere applicate anche alla scuola. Secondo alcune anticipazioni, infatti, il provvedimento, potrebbe vedere la luce entro il 20 agosto ma solo dopo una contrattazione con le altre forze di maggioranza. Probabili quindi correzioni in corso d'opera alla luce anche delle tensioni sociali e alle proteste di piazza legati ai nuovi obblighi che entreranno in vigore dalla settimana prossima. 

Dal prossimo 6 agosto la certificazione vaccinale sarà obbligatoria per accedere ad alcuni luoghi ed eventi:

  • ristoranti al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • Piscine e palestre, ma anche in centri per sport di squadra (campi calcio, calcetto, paddle ecc)
  • Centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive
  • Sagre e fiere, convegni e congressi;
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • Sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • Concorsi pubblici
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;

Dal governo si precisa che la violazione delle norme comporta sanzini fino a mille euro sia a carico dell'esercente che per il trasgressore. "E qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni", precisa Palazzo Chigi.

Ad ogni modo come dicevamo l'ambito di applicazione del green pass potrebbe allargarsi. Restano infatti dei punti non chiari ovvero, attualmente il green pass appare necessario per gli avventori dei ristoranti ma non per chi ci lavora. È pertanto probabile che la necessità di dotarsi del certificato verde venga estesa anche ai lavoratori impiegati in ristoranti, stadi e musei e insomma a tutti quegli ambiti già individuati da Palazzo Chigi. Più complicato imporre il certificato verde nei rapporti di lavoro privati: sarà necessario un passaggio con i sindacati.

Restano fuori dagli ambiti di applicazione almeno per ora i servizi educativi ma questo potrebbe cambiare a breve in vista del rientro a scuola: in presenza di una campana vaccinale non adeguata infatti potrebbe rendersi necessario imporre l'obbligo del green pass per accedere a scuola. Altro tema - strettamente connesso - è quello dei trasporti. In ambiti governativi si ragiona ad una possible stretta imponendo l'obbligo del lasciapassare per accedere a bus, metro e tram.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, nuova stretta in arrivo: verso l'obbligo per la scuola

ParmaToday è in caricamento