rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Attualità Centro / Via Giuseppe Verdi

I commercianti dopo l'aggressione in via Verdi: "Tra spaccio e risse il centro è ostaggio della criminalità"

Ieri un passante 46enne è stato accoltellato da due persone che stavano litigando in strada: "La realtà è questa: i politici non hanno mantenuto le promesse di riqualificare questa zona"

"Questa zona di Parma - da via Garibaldi e fino alla Pilotta - è ormai diventata invivibile e noi non sappiamo più come comportarci: tra spaccio, violenza e ubriachi per strada non ne possiamo più". A parlare è uno dei commercianti della zona che, dopo l'aggressione ai danni di un 46enne, avvenuta nella mattinata di ieri, venerdì 14 gennaio, non si dà pace: "I politici avevano promessi di riqualificare questa parte di città ma è ancora tutto come prima: sembra un'esagerazione ma qui, dopo le 8 di sera, non si è più tranquilli a girare per strada. C'è gente che vive in strada e non lavora che incute timore ai passanti, per non parlare poi dello spaccio senza freni davanti a tutti, delle risse e delle persone ubriache".

Ieri mattina, poco prima delle ore 9, un assante di 46 anni - che si trovava in zona per caso - è stato accoltellato da un uomo che stava litigando con una terza persona, probabilmente per motivi passionali. "Ho assistito alla scena da lontano: non è raro vedere situazioni del genere, come le liti in strada: sia tra giovanissimi italiani che tra uomini stranieri - che girano il quartiere tutto il giorno non si sa per quale ragione. I due si stavano urlando contro e ad un certo punto uno dei due è caduto a terra ma non immaginavo che ci fosse di mezzo anche un coltello. Poi, dopo pochi minuti l'uomo aggredito è stato soccorso da un barista, che ha chiamato il 118 e la polizia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I commercianti dopo l'aggressione in via Verdi: "Tra spaccio e risse il centro è ostaggio della criminalità"

ParmaToday è in caricamento