I lavoratori de La Preferita in presidio in piazza Garibaldi: "No alla dismissione dello stabilimento"

"Nubi nere avvolgono uno stabilimento in cui scelte imprenditoriali sembra non vogliano garantire nemmeno una prospettiva a medio/breve termine di continuità della produzione"

I lavoratori dell’azienda La Preferita srl sono oggi,  giovedì 16 maggio, in sciopero per il loro posto di lavoro. Con i rappresentanti della Flai Cgil di Parma, sono in presidio in Piazza Garibaldi, per porre all’attenzione delle più alte istituzioni cittadine la loro delicata situazione.

"L’assenza di risposte sulla sopravvivenza dello storico stabilimento di Parma - scrive il sindacato - sta esasperando lavoratori e lavoratrici. Come in altre situazioni analoghe, non sembra però essere la carenza di richieste di mercato ad alimentare la crisi: i preparati per gelaterie che si producono in Via Lisoni sono infatti riconosciuti come un’eccellenza e apprezzati da decenni.

Nubi nere avvolgono uno stabilimento in cui scelte imprenditoriali sembra non vogliano garantire nemmeno una prospettiva a medio/breve termine di continuità della produzione con una strategia che appare quantomento discutibile.

I lavoratori convivono da mesi con piccoli e grandi disagi quotidiani: carenza di materie prime necessarie alle lavorazioni, assenza di manutenzione dei macchinari e di adeguamenti strutturali nello stabilimento, strategie commerciali incomprensibili. Ritengono quindi inaccettabile proseguire in questo modo e chiedono di lavorare in modo più efficiente, conpiù sicurezza e garanzie future di continuità  aziendale.     

Lavoratori, RSU e Flai CGIL di Parma non intendono assistere inermi ad un conto alla rovescia che culmini con la chiusura dello stabilimento. Se necessario continueranno a farsi sentire in tutte le sedi con la mobilitazione per ottenere prospettive di continuità della produzione, migliori condizioni di lavoro e attenzione al destino di 21 famiglie del territorio. La Preferita non può restare soltanto un brand. Alla base del prodotto deve rimanere il lavoro!". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Rischia di annegare al mare a Marina di Massa: 38enne di Fontanellato gravissima

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • Scossa di terremoto 3.9 con epicentro a Borgotaro

  • Ricatto a luci rosse: "Paga 2 mila euro o diffondiamo le immagini dei video porno che hai guardato"

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento