menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I professori bocciano il logo del Romagnosi: "Richiama l'aquila fascista della Rsi"

Il logo scelto dai rappresentanti degli studenti per la linea di abbigliamento della scuola non piace ad alcuni docenti

Il logo pensato dai rappresentanti di istituto del Romagnosi non piace ad alcuni professori perchè ricorderebbe, secondo quanto emerso dalle critiche, il logo fascista della Repubblica Sociale Italiana. La civetta ricorderebbe infatti l'aquila e la forma delle ali quella delle ali dell'aquila fascista, utilizzata anche dal nazismo per il logo del Reich. Polemiche nell'istituto superiore di Parma dopo la proposta degli studenti. La 'bocciatura' è arrivata da alcuni professori: i ragazzi hanno deciso di ritirare la candidatura del logo e di ritornare a quello utilizzato l'anno scorso. La polemica è viaggiata anche su Facebook grazie al post dell'ex rappresentante d'istituto Jacopo Rosa e coordinatore provinciale dei Giovani di Forza Italia: ecco il suo post. 

"Come ex Rappresentante d'Istituto del Liceo Classico Romagnosi sono profondamente disgustato dal comportamento di alcuni docenti nei confronti degli attuali rappresentanti. Mi avevano insegnato che il Liceo Classico, prima ancora di essere una scuola come le altre, fosse un luogo di confronto e di cultura, non di repressione e censura fondate sul sospetto. Queste ultime sono, come mi hanno sempre detto, contrapposte ai valori su cui si fonda lo stesso Liceo Classico.

Questa paura folle di qualcosa che la storia stessa ha già condannato ed estinto ha sempre spinto molti insegnanti a non guardare con oggettività e senso critico la realtà, prerequisiti fondamentali per affrontare lo studio di qualsiasi materia (così mi hanno insegnato al Romagnosi). Accusare dei ragazzi innocenti e boicottare la realizzazione del merchandising d'istituto per la convinzione che il logo proposto richiami quello della Repubblica Sociale Italiana è un fatto gravissimo che non può certo passare "sotto l'uscio". Sarebbe ora che molti docenti (trinariciuti) si rendessero conto che il '68 e lo stesso fascismo sono passati da un pezzo! Visto quanto amavo quel luogo, è un grande dispiacere per me venire a conoscenza di tali vicende. Romagnosini, sono e sarò sempre con voi!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento