rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

Il Comune interviene con un progetto sperimentale per affrontare il problema delle nutrie

Su segnalazione dei cittadini di Parma

Il Comune sta predisponendo un piano di contenimento e controllo delle colonie di nutrie segnalate dai cittadini in questi mesi. Il Vice Sindaco Lorenzo Lavagetto con delega al Benessere Animale ha accolto la proposta delle Associazioni di Protezione Animale ed Ambientale per attuare un progetto sperimentale per il controllo ecologico della specie. 

Dopo i necessari sopralluoghi nei diversi punti della città segnalati ed il censimento delle colonie presenti verranno strutturati i prelievi per la sterilizzazione. Gli animali, maschi e femmine, saranno catturati con trappole e portati in ambulatori veterinari per essere sterilizzati. Una volta terminato il periodo di controllo saranno reimmessi in un’area individuata per lo studio dei comportamenti e della reattività.

Alla sterilizzazione degli esemplari delle colonie seguirà un monitoraggio per verificare l’interazione ambientale delle nutrie, con l’intento di documentare eventuali modifiche dell’ambiente dovute alla loro presenza e altri fattori impattanti sull’ecosistema. Il progetto prevede anche un’attività di informazione alla cittadinanza che sarà effettuata attraverso cartelli esplicativi nei luoghi preposti. 

“ Una società civile si misura anche sul rispetto che ognuno di noi deve avere per gli animali e per l’ambiente. Sappiamo di dover gestire la presenza delle nutrie in città evitando problemi ai cittadini, ma siamo orgogliosi di essere uno dei Comuni in Italia a tutelare le nutrie senza causare loro inutili sofferenze. – dichiara il Vice Sindaco Lorenzo Lavagetto - Non appena siamo stati contattati dalle Associazioni di protezione animali locali e nazionali, ci siamo subito messi a disposizione per collaborare a questo progetto, che ci auguriamo possa essere esempio di buona pratica anche a livello nazionale. Il confronto avuto con altre amministrazioni che hanno adottato un piano di sterilizzazione ci ha convinto a tentare questo metodo non cruento che sta evidenziando ottimi risultati.”

“La sensibilità verso gli animali, sia domestici che selvatici, impone la ricerca continua di metodi incruenti per la loro gestione- aggiunge Gabriella Meo, Garante per la Tutela ed il benessere degli Animali - giudico molto positiva e coraggiosa la strada intrapresa dal Comune. In questi anni sono state abbattute inutilmente decine di migliaia di nutrie , ma tutto questo non ha prodotto alcun risultato concreto sui territori. Occorre sperimentare nuove forme di contenimento, incruente, più giuste ed in grado di produrre risultati più stabili nel tempo``.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune interviene con un progetto sperimentale per affrontare il problema delle nutrie

ParmaToday è in caricamento