rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
SICCITA'

Il Po è sotto il livello idrometrico: -8 metri e 50 centimetri. Aipo sconsiglia la navigazione

Alessio Picarelli, responsabile AIPo della direzione navigazione: "La situazione è talmente critica che nemmeno le nostra imbarcazioni riescono a percorrere il fiume su tutte le tratte per monitorare i fondali"

"Purtroppo non si può fare più di tanto. La situazione è talmente critica che nemmeno le nostra imbarcazioni riescono a percorrere il fiume su tutte le tratte per monitorare i fondali". Alessio Picarelli, responsabile AIPo della direzione navigazione, non usa mezzi termini per indicare lo stato dell'arte del Grande Fiume arrivato ormai ai minimi storici. Le quote record parlano da sole: otto metri e cinquanta centimetri sotto lo zero idrometrico a Cremona, riferimento anche per la Bassa Parmense. "AIPo - dice Picarelli - in accordo con tutti gli ispettorati di porto presenti sul fiume Po, sconsiglia la navigazione a motore e raccomanda la cauta navigazione per le imbarcazioni a remi. Di più non si può fare. Chi volesse  può ancora navigare, ma deve essere consapevole che può insabbiarsi anche in pieno canale navigabile o, peggio, urtare qualche ostacolo sul fondo (tronco o relitto) col rischio di danneggiare elica e motore".

WhatsApp Image 2022-07-20 at 14.09.05

Scenario desolante, quello offerto dal fiume Po, raramente così in affanno. "Affrontare questo periodo di magra eccezionale è una cosa che ci sta mettendo duramente alla prova - spiega Picarelli -. Le nostre imbarcazioni che normalmente percorrono il fiume per misurare i fondali in certi casi non riescono ad attraversare il fiume e addirittura abbiamo degli attracchi per le nostre barche che sono fuori servizio. Questo significa che il normale monitoraggio non è possibile e in più abbiamo una serie di segnali fissi lungo le sponde che in questo momento qui non sono in grado di rappresentare la reale situazione perché sono affiorati bassi fondali che ovviamente vanno a mettere a repentaglio la sicurezza di chi percorre il fiume.

WhatsApp Image 2022-07-20 at 11.27.09

C’è pure il rischio per chi navigasse di potere danneggiare il motore. Ecco perché noi come AIPo, in accordo con tutti gli ispettorati di porto che fanno capo alle province rivierasca del fiume e al genio civile della regione Veneto, abbiamo condiviso un messaggio mandato e diffuso a tutti che raccomanda proprio di non navigare. Quindi sconsiglia la navigazione non limitandosi a quello che è la normale cauto navigazione. Questi ostacoli di cui vi dicevo possono comunque anche mettere a repentaglio la sicurezza di chi scende il fiume normalmente con la barca remi, che ha poco pescaggio. Non ci sono altre soluzioni nel senso che, fino a quando non riprende l'arco delle portate che sono normali e ordinarie questo è quanto il fiume oggi offre. Quello che possiamo fare è semplicemente di raccomandare la prudenza. Il fiume non si può attraversare a piedi. E' una cosa da non fare perché comunque non è che il fiume sia tutto basso. Ci sono comunque alcune zone soprattutto in presenza delle curve di navigazione dove ci possono essere due metri o anche tre d’acqua. Non avventurarsi in passeggiate lungo il fiume, ma almeno goderci gli spiaggioni, unica cosa che in questo momento abbondano". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Po è sotto il livello idrometrico: -8 metri e 50 centimetri. Aipo sconsiglia la navigazione

ParmaToday è in caricamento