rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

Il progetto CO.DI.RE, pronti 250mila euro: coinvolti 3.500 studenti e 300 docenti

Uno strumento attraverso il quale creare una azione coordinata e sinergica con vari soggetti del territorio finalizzata alla promozione e sensibilizzazione sul tema della cittadinanza globale

Consapevolezza, Dialogo e Responsabilizzazione per un nuovo modello di Educazione alla Cittadinanza Globale, il progetto presentato dal Comune di Parma nell’ambito del Bando ECG 2021, finanziato da AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e in partenariato con la Provincia di Parma, il Comune di Sorbolo Mezzani, Caritas Children ONLUS, Fondazione AVSI ONG, Parma Per gli Altri ODV, Associazione Mani APS, Gruppo Scuola Coop. Soc. A.R.L ETS., Maendeleo For Children. Un progetto in linea con gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 di promozione dello sviluppo sostenibile, dei diritti umani e di una cultura pacifica e non violenta, dei temi dell’ECG (Educazione alla Cittadinanza Globale) che ha reso protagonisti sia il mondo della scuola coinvolgendo studenti e insegnanti, sia il mondo delle PMI come quello delle Aziende Partecipate del territorio parmense. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato il sindaco Michele Guerra, l’assessora alla Cooperazione Internazionale Daria Jacopozzi, Grazia Sgarra (da remoto), dirigente dell’ufficio VII Soggetti di cooperazione, Partenariati e Finanza per lo sviluppo di AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Nicola Cesari, sindaco di Sorbolo Mezzani, Cristina Valenti, assessora alla cultura e ai rapporti con le associazioni del Comune di Sorbolo Mezzani, e Paolo Bianchi, capo di Gabinetto del Presidente della Provincia di Parma, Simona Colombo Dirigente del Settore Relazioni Esterne e Marketing del Territorio, insieme ai rappresentanti delle realtà coinvolte. Ha mod il sindaco, Michele Guerra, ha dichiarato: “CO.DI.RE è un progetto complesso necessario per la nostra comunità perché tocca temi strategici come la sostenibilità, la crescita, lo sviluppo ed il lavoro. Tutti temi fondamentali per favorire una cittadinanza globale. Il progetto è un’occasione di crescita che guarda al futuro dei nostri giovani, con l’ambizione di costruire una partecipazione nuova”.

L’assessora alla Cooperazione Internazionale, Daria Jacopozzi, ha commentato: “CO.DI.RE promuove la cittadinanza globale. Ogni cittadino è prima di tutto un cittadino del mondo e poi un cittadino locale. Si tratta di un progetto che coinvolge diversi attori, tra cui la scuola con la possibilità di introdurre curricola innovativi su questo tema, a beneficio di insegnanti e studenti. La costituzione della Cabina di Regia è un passaggio fondamentale in questo senso, così come sarà fondamentale portare il progetto nei Quartieri”. Grazia Sgarra (da remoto), dirigente dell’ufficio VII Soggetti di cooperazione, Partenariati e Finanza per lo sviluppo di AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, ha dichiarato: “E’ essenziale per AICS fare sistema, avere obiettivi condivisi da perseguire, condividere con le istituzioni e gli stakeholder una “responsabilità comune” nel promuovere  lo sviluppo sostenibile, il rispetto dei diritti umani e di una cultura pacifica e non violenta, valori propri  dell’Educazione alla Cittadinanza Globale. Attraverso il Bando AICS abbiamo voluto valorizzare il ruolo istituzionale degli enti locali come il Comune di Parma  e la loro capacità di coordinamento dei diversi attori sul territorio attraverso proprio strumenti come  la cabina di regia”. Nicola Cesari, sindaco di Sorbolo Mezzani, ha rimarcato: “Sorbolo Mezzani non poteva esimersi dal collaborare a questo bellissimo progetto. Il nostro Comune è sensibile a queste tematiche. Intendiamo portare le nostre pratiche per arricchire il progetto stesso. I giovani devono guardare al futuro ed all’Europa in un percorso innovativo come quello promosso da CO.DI.RE”.

Le finalità concrete fondanti l’azione del programma sono un intervento formativo, già avviato, rivolto a docenti e studenti delle scuole primarie e secondarie e la costituzione della Cabina di Regia (prevista per domani, martedì 6 febbraio): uno strumento attraverso il quale creare una azione coordinata e sinergica con vari soggetti del territorio finalizzata alla promozione e sensibilizzazione sul tema della cittadinanza globale. Le realtà che fanno parte della Cabina di Regia insieme al Comune di Parma sono: Ascom, CAL Parma; CNA Parma; Des Parma; Forma Futuro scrl; Forum Terzo settore; Gruppo Imprese Artigiane; Lega Coop; Fondazione Munus; SMTP SPA; Tep SPA; UPI.

I vari soggetti, in accordo e condivisione reciproca, stanno già realizzando una serie di azioni e comportamenti virtuosi, ciascuno nel proprio ambito e nelle proprie competenze, come il rinnovo della flotta di mezzi di trasporto pubblici elettrici, la redistribuzione delle rimanenze di risorse alimentari, corsi in lingua italiana finalizzati all’inserimento lavorativo di richiedenti asilo, inserimento di persone con fragilità nel mondo del lavoro, presentazione agli studenti delle varie attività aziendali e molte altre.   La Cabina di Regia, attraverso un confronto guidato dall’unitarietà di intenti,  ha come obiettivo di ampliare le attività e renderle sempre più efficaci per promuovere e diffondere sul territorio il concetto di educazione alla cittadinanza globale e ampliare nella cittadinanza la consapevolezza di quelli che sono gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 come integrazione, inclusione lavorativa, pari opportunità, utilizzo di prodotti sostenibili, promuovendoli nelle scuole e all’interno delle aziende. Le 4 Tavole Rotonde tematiche che il Capofila Comune di Parma ha in calendario nel mese di febbraio 2024 avranno lo scopo di fa dialogare Istituzioni, PMI, Associazioni e modo della Scuola per costruire un modello nuovo di educazione e prassi degli ECG. Un unicum in tutta Italia. Parma, anche questa volta si propone quale laboratorio di innovazione sui temi della cooperazione e della cittadinanza. In questo contesto vanno lette le molte iniziative che hanno come protagonisti gli studenti delle scuole superiori. Un esempio su tutti gli hackathon che intendono esplorare linguaggi nuovi per la divulgazione dei temi del progetto: Consapevolezza, Dialogo, Responsabilità,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il progetto CO.DI.RE, pronti 250mila euro: coinvolti 3.500 studenti e 300 docenti

ParmaToday è in caricamento