Inaugurata la nuova ala dell’Ospedale di Vaio: investimento di oltre 15 milioni di euro

Bonaccini: "Accolgo l'auspicio del sindaco Massari. La robotica chirurgica verrà finanziata". Ecco tutti i nuovi servizi

Taglio del nastro per la nuova ala dell’Ospedale di Vaio (corpo M), alla presenza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Questa di oggi è l’ultima e importante tappa del progetto di ampliamento e riqualificazione dell’Ospedale che ha già visto realizzati il raddoppio della superficie del Pronto Soccorso, la nascita di un vero e proprio reparto dedicato alla radiologia d’urgenza, un nuovo parcheggio di 2.250 metri quadrati. 

"Accolgo l'auspicio del sindaco Massari - ha dichiarato Stefano Bonaccini. La robotica chirurgica verrà finanziata e ci sarà anche a Vaio. Ricordo bene quando, nel giugno del 2015, ho partecipato alla posa della prima pietra per l’avvio dei lavori di ampliamento e potenziamento di questo ospedale. Lavori che si sono resi necessari, e a cui abbiamo contribuito con risorse regionali, perché negli anni questa realtà è diventata sempre più punto di riferimento, oltre che per i cittadini del Distretto, anche per l’intera provincia. Non ci fermiamo qui, ma continuiamo a guardare al futuro: superano i 4 milioni i fondi stanziati per l’Azienda Usl di Parma, parte dei quali serviranno a dotare quest’ospedale di una nuova Camera iperbarica. E la costruzione della nuova ala, come sappiamo, includerà anche la riqualificazione e l’ampliamento del Comparto operatorio, per migliorare l’accoglienza, il comfort e lo svolgimento delle attività, prima e dopo gli interventi. Infine, il personale: l’alta qualità della sanità dell’Emilia-Romagna, prima ancora delle strutture moderne e delle tecnologie d’avanguardia, la fanno gli uomini e le donne che vi lavorano tutti i giorni, e a cui va il mio ringraziamento. Per questo abbiamo investito risorse importanti, per l’assunzione e la stabilizzazione: solo per Parma, città e provincia, negli ultimi tre anni parliamo, tra medici, infermieri, ostetriche, radiologi, di 1.700 assunti a tempo indeterminato, di cui quasi 400 stabilizzati, con un turnover complessivo di oltre il 200%, percentuale unica in Italia.

AUSL _GIG0830 AUSL-2

L’INVESTIMENTO ECONOMICO

E’ stato di circa 15 milioni e 600mila euro, di cui quasi 14 milioni per la costruzione della nuova ala. Nove milioni e 480mila euro sono risorse dell’Azienda Usl, circa 306mila euro sono finanziamenti regionali e quasi 6 milioni di euro sono risorse statali.

L’OBIETTIVO DELLA NUOVA ALA

Il nuovo edificio – già in funzione - ospita gli oltre 60 ambulatori ospedalieri e del distretto con l’obiettivo di accorparli per area funzionale e consentire l’utilizzo integrato delle tecnologie disponibili e del personale infermieristico di supporto. Grazie alla disponibilità di ambienti dedicati alle attività ambulatoriali in tutti i piani della nuova ala, è possibile gestire in modo più adeguato la progressiva riconversione di trattamenti di tipo medico, tradizionalmente eseguiti in regime di day-hospital, in trattamenti ambulatoriali di day service, modalità di presa in carico del cittadino che necessita di assistenza specialistica complessa.

I SERVIZI DELLA NUOVA ALA

L’edificio conta 6 piani, (compreso il piano interrato destinato a deposito e il sottotetto), per una superficie di oltre 7.500 metri quadrati. Al piano terra si trovano ambulatori ecografici e mammografici, oltre al day service psichiatrico e alla residenza a trattamento intensivo psichiatrico con 10 posti letto, trasferita dalla sede di Fidenza. Il primo piano è occupato da ambulatori dedicati alle funzioni di diabetologia, pneumologia, allergologia, epatologia, ipertensione, dermatologia, nuovi anticoagulanti orali (Nao), centro antifumo. Una parte considerevole del piano è destinata a tutti gli ambulatori specialistici di neurologia e di diagnostica strumentale. Al secondo piano trovano spazio tutte le funzioni dell’area materno-infantile, ospedaliere e distrettuali, a cui si aggiunge un ambulatorio chirurgico dedicato alla terapia antalgica. In questi spazi trovano quindi posto le funzioni consultoriali di salute donna, gli ambulatori ginecologici, lo studio dello psicologo, l’ambulatorio ed il laboratorio dedicati alla procreazione medicalmente assistita e l’area pediatrica. Al terzo piano, in funzione dal 10 dicembre, sono aggregate le specialità chirurgiche (urologia, ortopedia, chirurgia e otorinolaringoiatria), gli ambulatori di pre-ricovero, medicina dello sport, oculistica, odontoiatria, endocrinologia.

L’OSPEDALE IN NUMERI

Lavorano all’Ospedale di Vaio oltre 600 professionisti. Il numero complessivo dei ricoveri è passato dagli 11.645 del 2014 ai 10.783 dell’anno scorso, una riduzione complessiva motivata dagli interventi organizzativi di riconversione delle attività dalla degenza ordinaria e day hospital ai percorsi ambulatoriali di day service. Per gli stessi motivi, la dotazione complessiva di posti letto è passata dai 220 totali del 2015 (di cui 22 di day hospital) ai 214 del 2018 (di cui 16 di day hospital). In aumento, invece, gli accessi al Pronto Soccorso, passati da 32.621 del 2017 a 33.694 nel 2018. Nei primi 9 mesi del 2019 le prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate (per esterni e per degenti) sono state pari a 62.041 nell’area medica, 67.063 per quella chirurgica e 1.418.706 nei servizi diagnostici (compreso il laboratorio).

IL WIFI GRATUITO

Grazie al progetto Emilia-Romagna WIFI e alla convenzione tra Azienda USL e Lepida, anche al complesso sanitario di Vaio è ora possibile attivare la connessione internet per navigare in rete 7 giorni su 7, 24 ore su 24, senza costi e autenticazione, cioè senza registrazione o password. I tecnici sono al lavoro per terminare entro aprile gli ultimi collegamenti e quindi garantire la copertura in tutto il complesso sanitario. Ad oggi, il WIFI libero e gratuito è già operativo nei reparti di degenza (ad eccezione dell’U.O. di Medicina e Neurologia) e nei poliambulatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento