INCA e CGIL di Parma, a tutela dei lavoratori nasce il progetto “SOS infortuni”

Il corretto riconoscimento dell’infortunio ha importanti conseguenze sulla tutela del posto di lavoro e sul diritto a eventuali risarcimenti

Il Patronato INCA e tutte le categorie sindacali della CGIL di Parma hanno presentato stamattina in conferenza stampa il progetto “SOS infortuni”, a cui hanno dato vita con l’obiettivo di tutelare i lavoratori in tema di infortuni e malattie professionali.

Luca Ferrari, direttore del Patronato INCA CGIL di Pamra, e Simona Goni, operatrice dell'Ufficio Infortuni INCA CGIL Parma, hanno spiegato che la prevenzione degli infortuni e la tutela della salute dai danni da lavoro sono sempre più centrali nell’azione politica e sindacale della CGIL.

In provincia di Parma sono circa 10mila gli infortuni denunciati ogni anno e di questi 1.300 avvengono nel tragitto casa-lavoro.

Poiché il riconoscimento dell’infortunio ha importanti conseguenze sulla tutela del posto di lavoro e sul diritto a eventuali risarcimenti è fondamentale che da subito si proceda al patrocinio gratuito, incaricando operatori esperti del settore di seguire tutta la pratica.

L’Inail non riconosce circa il 20% degli infortuni denunciati e il totale degli infortuni senza gradi di menomazione risarcibili sono ben il 92%, un dato a nostro avviso sovrastimato e che necessita di verifica caso per caso.

Anche riguardo alle malattie professionali riteniamo ci siano spazi per fare emergere un fenomeno ancora poco riconosciuto. Ogni anno in provincia di Parma vengono denunciate “solo” 600 malattie professionali, la metà delle quali negli uffici dell’INCA.

Per tutti questi motivi si sta costruendo una “rete” tra operatori dei servizi CGIL e funzionari ed RSU sindacali al fine di raggiungere i casi di infortuni e di possibili malattie professionali e proporre immediatamente un appuntamento per approfondire la situazione. Abbiamo anche creato una apposita mail (sosinfortuni@cgilparma.it) alla quale mandare segnalazioni e richieste.

Tutti gli interessati sono invitati a contattare le strutture INCA e CGIL per verificare le singole situazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento