Inceneritore: in arrivo 5 mila tonnellate di rifiuti da Genova

Lo stabilisce una delibera della Giunta regionale del 2 agosto per l'emergenza smaltimento: pochi giorni prima il Comune e la stessa Regione avevano firmato un accordo per l'autolimitazione a 130mila tonnellate all'anno

Nell'inceneritore di Parma verranno bruciate 5 mila tonnellate di rifiuti indifferenziati provenienti da Genova. La parola d'ordine per bypasssare l'accordo appena raggiunto, tra la Regione Emilia-Romagna ed il Comune di Parma è 'emergenza smaltimento'. Il 2 agosto è stata approvata una delibera dalla Giunta regionale che dà il via libera allo smaltimento di 5 mila tonnellati di rifiuti provenienti da Genova e dai Comuni limitrofi. A fine luglio c'era stato l'accordo sull'autolimitazione a 130 mila tonnellate all'anno. Secondo l'assessore Benassi non si tratta di un deroga a quell'accordo perchè "all'interno dell'accordo stesso è previsto che in casi di emergenza, si possano bruciare altri rifiuti". Sta di fatto che i rifiuti dei vicini liguri sono in arrivo e non tutti sono d'accordo: Fabio Rainieri, consigliere regionale della Lega e vicepresidente dell'Assemblea Legislativa ha protestato per la delibera ed ha parlato di una vera e propria "presa in giro" per i Comuni di Parma e di Piacenza: anche qui infatti arriveranno 5 mila tonnellate di rifiuti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Donna di 42 anni investita da un'auto in viale Mentana: gravissima al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento