rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Incidenti sul lavoro, una strage quotidiana

FILLEA CGIL Provinciale: occorre introdurre nel nostro Ordinamento giuridico del reato di omicidio sul lavoro

Ieri, a seguito di un incidente mortale in una galleria del Terzo Valico dei Giovi, i lavoratori di Alessandria e Genova si sono fermati e hanno tenuto un presidio presso la Prefettura di Genova e la Prefettura di Alessandria con i lavoratori in sciopero.

Ogni giorno si fa la conta dei lavoratori morti mentre svolgono il loro lavoro. Una situazione, secondo la FILLEA CGIL provinciale, divenuta inaccettabile, una strage quotidiana a cui bisogna mettere fine.

Nel 2017 si sono contati 141 morti nei cantieri edili, il primo semestre del 2018 registra un aumento del 50%, senza considerare che nel triste contatore non sono ricompresi gli incidenti gravi, quelli che ti segnano per la vita. Le cause sono sempre le stesse: schiacciamento, cadute dall’alto, rovesciamento di mezzi mecanici. Tutti, sempre, accomunati da carenti misure di sicurezza.

Come l’ultimo grave incidente occorso l'altro giorno sulla tangenziale di Parma a un operaio che lavorava ai lati della corsia, travolto da un altro mezzo che sopragiungeva.

Il sindacato di categoria degli edili si dice certo che la Magistratura farà piena luce sulla dinamica dell’incidente, da video del quale non si individuano segnaletiche di protezione o misure di sicurezza stradali, così come non si capisce se il lavoratore fosse da solo. Al lui e alla sua famiglia vanno l'affetto e gli auguri di una pronta guarigione. 

La sicurezza, specie nei cantieri come quelli stradali, comporta tempi e procedure che il lavoratore deve essere messo in condizioni di rispettare, altrimenti lo si espone a tragici rischi. Servono norme repressive pe contrastare imprenditori senza scrupoli che non rispettano le norme di prevenzione.

La FILLEA da anni chiede con sempre più forza l’introduzione nel nostro Ordinamento giuridico del reato di omicidio sul lavoro, e continuerà a mobilitarsi, a rivolgersi alle Istituzioni, a denunciare l’inerzia della politica e a impegnare tutte le proprie forze per stare nei cantieri a fianco dei lavoratori, per far rispettare le leggi, i contratti, le norma sulla sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti sul lavoro, una strage quotidiana

ParmaToday è in caricamento