rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Attualità

Inflazione, stangata sui prezzi: gas e elettricità aumentati di oltre il 50%, per cibi e bevande i parmigiani spendono 412 euro in più

Tutti i dati che riguardano la nostra provincia

A Parma e provincia, nel mese di luglio 2002 - rispetto al luglio del 2021 - i prezzi per i prodotti alimentari e le bevande alcoliche sono aumentati del 7,7%. Ciò vuol dire che una famiglia in media spende infatti circa 412 euro in più rispetto all'anno scorso. La nostra città è sotto la media nazionale. Secondo i dati Unione Nazionale Consumatori - che ha stilato la classifica completa delle città con i maggiori rincari annui per quanto riguarda cibo, bevande, luce e gas, elaborando gli ultimi dati Istat relativi al mese di luglio - in Italia i prezzi dei prodotti alimentari e le bevande analcoliche sono saliti a luglio del 10% su base annua, determinando già una stangata pari in media a 564 euro a famiglia.

Parma si piazza si piazza in terza posizione per quanto riguarda le città in cui i prezzi hanno subito un aumento minore. Per energia elettrica, gas e altri combustibili, voce che include gas, luce (mercato tutelato e libero), gasolio per riscaldamento e combustibili solidi, se in Italia il rincaro a luglio è stato già spaziale, +59,2% il dato tendenziale, con una mazzata a famiglia pari in media a 798 euro su base annua. A Parma il rialzo il rincaro è stato del +55,8%, un aumento comunque considerevole ma sotto la media nazionale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inflazione, stangata sui prezzi: gas e elettricità aumentati di oltre il 50%, per cibi e bevande i parmigiani spendono 412 euro in più

ParmaToday è in caricamento