menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza stagionale, l’appello dell’Azienda Usl di Parma: “C'è ancora tempo per fare il vaccino"

Le vaccinazioni, iniziate a metà ottobre, proseguiranno fino al 31 dicembre

A sole due settimane dall’avvio della campagna di vaccinazione contro l’influenza, l’Azienda Usl di Parma fa un primo bilancio dell’attività, con l’appello ai cittadini a non precipitarsi negli ambulatori perché c’è tempo anche nei mesi di novembre e dicembre per fare il vaccino.

Sono già oltre 42.000 le persone che hanno fatto il vaccino negli ambulatori del proprio medico di famiglia. A queste si aggiungono altri 2.300 cittadini vaccinati dagli operatori dei servizi dell’AUSL di igiene e sanità pubblica e pediatria di comunità.

“Registriamo un notevole incremento di richieste - afferma Romana  Bacchi, sub commissario sanitario dell’Ausl di Parma – ed è assolutamente positivo. I cittadini hanno compreso l’importanza di fare la vaccinazione, quest’anno particolarmente utile per ridurre il rischio di contrarre l’influenza e per semplificare diagnosi e gestione dei casi sospetti di covid-19, soprattutto in età adulta vista la sintomatologia respiratoria sovrapponibile per questo virus e l’influenza. Il messaggio che vogliamo diffondere oggi è: c’è ancora tempo per fare il vaccino, non occorre affrettarsi, la campagna va avanti anche nei mesi di novembre e dicembre”.

Da non dimenticare anche che l’avvio della campagna, con quasi un mese di anticipo rispetto agli altri anni, consente di fissare gli appuntamenti per la vaccinazione in modo da garantire l’accesso agli ambulatori in tutta sicurezza, evitando assembramenti.

 “Abbiamo richiesto altre 10.600 dosi di vaccino – continua  Bacchi – come prevede il contratto di gara. Inoltre la Regione Emilia-Romagna si sta attivando anche per l’acquisizione di ulteriori dosi da mettere a disposizione delle Aziende sanitarie”.

Eventuali brevi sospensioni nell’attività di programmazione degli appuntamenti,  sia nei servizi dell’Ausl che negli ambulatori dei medici di famiglia, non devono dunque destare preoccupazioni nei cittadini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento