Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

International friend of Festival Verdi

Si è svolta all’University Club di New York la presentazione del XXIII Festival Verdi, nell’ambito dello Spring Gala organizzato dagli International Friends. Per il Teatro Regio di Parma un’occasione per condividere obiettivi e rafforzare relazioni con i suoi sostenitori oltreoceano

Nel prestigioso University Club istituito nel 1865 a New York per la promozione della letteratura e dell’arte, il caloroso abbraccio degli oltre 150 selezionati ospiti (personalità della finanza, dell’editoria e dell’imprenditoria statunitense) ha salutato il 15 giugno lo IFFV Spring Gala, realizzato dagli International Friends of Festival Verdi, in collaborazione con il Teatro Regio di Parma, per promuovere il XXIII Festival Verdi (a Parma e Busseto, 16 settembre – 16 ottobre 2023). Un’occasione preziosa per stringere ulteriormente il legame del nuovo managing team del Teatro Regio con i sostenitori oltreoceano, che hanno già confermato la loro presenza al Festival Verdi nei giorni dal 28 settembre al 1 ottobre.

Al Gala hanno preso parte Fabrizio Di Michele Console generale d’Italia a New York, il Vice Console Cesare Bieller, i Consoli aggiunti Marta Mammana e Riccardo Cursi, il Presidente del Teatro Regio e Sindaco di Parma Michele Guerra, accompagnato dal Direttore e Segretario generale del Comune Pasquale Criscuolo, il Sovrintendente Luciano Messi, il Direttore artistico Alessio Vlad, la Curatrice dei progetti speciali Barbara Minghetti, il Presidente degli International Friends of Festival Verdi James E. Miller, ed Elena Fiorini, Segreteria relazioni internazionali del Teatro Regio di Parma. Durante la due giorni newyorkese, la delegazione di Parma ha incontrato il Console Fabrizio Di Michele nella sede del Consolato Italiano, con l’obiettivo di lavorare ad un rafforzamento della promozione degli asset culturali ed economici della città di Parma a New York e negli Stati Uniti. Sui medesimi temi si è focalizzato l’incontro con il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Fabio Finotti, con il quale si sono discusse le forme di una più solida e continuativa relazione istituzionale e programmatoria. Tra gli obiettivi condivisi, oltre l’intensificazione dei progetti su Parma, anche la concreta possibilità di portare attività nella città di New York.

LO SPRING GALA

Lo Spring Gala è stato impreziosito dall’esibizione del baritono Mark S. Doss, del tenore John Bellemer e del Chorus of Classical Singing & New York in June, che si sono esibiti nel brindisi dalla Traviata accompagnati al pianoforte da David Holkeboer, mentre su un grande schermo scorrevano le immagini emozionanti dell’edizione 2022 del Festival Verdi e di Verdi Off. Nel corso della serata inoltre ha avuto luogo una silent auction nella quale sono stati messi all’asta, oltre a esperienze e articoli messi a disposizione dagli IFFV, anche preziosi ed esclusivi manufatti, realizzati dai laboratori di sartoria del Teatro che per ispirazione scenica o per derivazione materica hanno inteso raccontare in anteprima gli allestimenti in programma al XXIII Festival Verdi e che raccontano al contempo al pubblico internazionale il prestigio e il patrimonio del saper fare del Teatro Regio di Parma. Così gli ospiti hanno rilanciato per portare a casa: 1 set di cuscini da divano ispirato ai Lombardi, con richiamo cromatico ai costumi e ai tessuti progettati da Pier Luigi Pizzi; 1 fascinator e 2 papillon, per Falstaff nella rivisitazione anni ’50 che saranno prodotti per l’allestimento al Teatro Verdi di Busseto; 1 sfera decorata dedicata a Trovatore, con richiami a Manrico e al Conte di Luna; 5 sfere decorate dedicate a Traviata, in gradazione cromatica, come edizione limitata 2023 (tributo iconico alla camelia: il fiore applicato sulla sfera potrà essere staccato e utilizzato come spilla; infine 3 pochette dal gusto retrò, confezionate con recupero creativo dei tessuti storici del laboratorio di sartoria. La serata è stata realizzata da International Friends of Festival Verdi e Teatro Regio di Parma con il supporto dell’Ambasciata Italiana a Washington e del Consolato Generale di New York, Millershah attorneys at law, Oinoe Vini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

International friend of Festival Verdi
ParmaToday è in caricamento