rotate-mobile
Attualità

Istituzioni pubbliche, Parma nella top 10 come efficienza

La città è decima: gli indicatori si basano sulle percezioni dei cittadini e considera i servizi pubblici, l’attività economica territoriale, la giustizia, la corruzione, il livello culturale e la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica

La realtà territoriale più virtuosa d’Italia sul fronte delle istituzioni pubbliche è Trento; seguono al secondo posto Trieste e al terzo Treviso. Appena fuori dal podio Gorizia, Firenze, Venezia, Pordenone, Mantova, Vicenza e Parma. Insomma, nei primi 10 posti, 8 province appartengono alla macro area del Nordest. È quanto rileva la Cgia in base all’Institutional Quality Index (IQI), un indice che misura la qualità delle istituzioni pubbliche presenti in tutte le realtà territoriali italiane.

In coda, sottolinea la Cgia, ci sono Catania, Trapani, Caltanissetta, Crotone e Vibo Valentia che, purtroppo, occupa l’ultima posizione. L'indice è stato concepito nel 2014 dall’Università degli Studi di Napoli Federico II. Questo misuratore assume un valore che va da 0 a 1; a differenza di altri che si basano sulle percezioni dei cittadini, quello redatto dai docenti napoletani fa riferimento a dati oggettivi e considera i servizi pubblici, l’attività economica territoriale, la giustizia, la corruzione, il livello culturale e la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Recentemente è stato aggiornato al 2019.

"Il risultato che emerge dall’applicazione di questo parametro ci consegna un Paese spaccato a metà; se i livelli di eccellenza più elevati della nostra PA a livello territoriale si concentrano prevalentemente al Nord, quelli più modesti, invece, si trovano al Sud" osserva la Cgia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituzioni pubbliche, Parma nella top 10 come efficienza

ParmaToday è in caricamento