La Fondazione Assistenza Pubblica dona un emogasanalizzatore alla Pubblica

Tutti i dettagli

L’Assistenza Pubblica di Parma - ODV ha ricevuto in dono, da parte della Fondazione Assistenza Pubblica Parma, un emogasanalizzatore portatile. Questo particolare strumento è già in uso sulla nostra automedica, un mezzo che racchiude professionalità e attrezzature, agile negli spostamenti, che può essere reindirizzato su altri servizi.  Da quando è nata, nell’agosto del 1988, l’automedica della Pubblica corre per le strade della città di Parma: oggi lo fa con un nuovo presidio, che ne migliora decisamente il servizio, confermandola un’autentica eccellenza.

Dopo averci dotato del sistema di compressione toracica Lucas e dell'ecografo portatile, la Fondazione APP dimostra ancora una volta la propria attenzione all'innovazione. Infatti, questo apparecchio medico permette di ottenere, con un prelievo di sangue, informazioni importanti sulle condizioni del paziente, direttamente sul luogo dell’intervento. Consente di verificare la presenza e l’entità di un’insufficienza respiratoria, potendo così iniziare, fin da subito, i trattamenti richiesti o allertare l’ospedale di riferimento.

L’utilizzo dell’emogasanalizzatore, la professionalità dei medici anestesisti-rianimatori che vengono impiegati, e la costante ricerca delle nuove strumentazioni da mettere in servizio, rende l’attività della Pubblica una delle migliori in Italia.

« La Fondazione Assistenza Pubblica Parma - ha dichiarato Filippo Mordacci, Presidente Fondazione Assistenza Pubblica Parma - ha nel suo statuto la mission di supportare l'associazione di volontariato. Lo fa attraverso donazioni di varia entità, impegnandosi nel miglioramento della qualità dei servizi. Con questo strumento ci auguriamo che durante gli interventi di emergenza dell'automedica si possano ottenere informazioni utili per la diagnosi e successiva cura dei cittadini di Parma e provincia. Con l'occasione desidero ringraziare Andrea Folli e Michele Brunelli, componenti con me del consiglio di amministrazione della Fondazione,  per il prezioso supporto alle nostre attività ».

« Il proposito - ha affermato Cristiana Madoni, Direttore sanitario di Assistenza Pubblica Parma -  che ha fatto nascere più di 30 anni fa l'automedica, nel 1988, era di portare personale qualificato con strumenti all'avanguardia a casa del paziente, sul luogo dell'evento.

L'emogasanalizzatore portatile è una sfida nuova nel teatro dell'emergenza extraospedaliera (viene utilizzato in altri contesti): crediamo possa diventare, per il medico rianimatore presente sul mezzo, uno strumento diagnostico prezioso, anche in questo ambito ».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento