rotate-mobile
Attualità

La missione portoghese della Nazionale del Parmigiano inizia il 1° maggio

Ad oggi i riconoscimenti conseguiti nel mondo dagli azzurri del Parmigiano Reggiano sono ben 701

La Nazionale del Parmigiano Reggiano riparte da Aiola a Montecchio Emilia. Gabriele Arlotti, il fondatore di questo storico gruppo, consegnerà l'ultima maglia del gruppo ai volontari de l’Associazione all'Associazione culturale "La Barchessa", che gestisce con successo il Museo storico del Parmigiano Reggiano nella Villa Aiola. Sarà (11.30 circa) uno dei momenti della tradizionale giornata che, per altro, riconosce l’impegno dei volontari nel preservare i valori e le tradizioni legate al Parmigiano Reggiano. La maglia della Nazionale del Parmigiano Reggiano, realizzata col sostengo di Progeo, consente di devolvere risorse a progetti di solidarietà internazionale. Proprio ad Aiola, per altro, durante un giorno di festa e interviste nel prossimo ottobre, si terrà il ritrovo dei caseifici del gruppo (furono 99 la scorsa edizione), che si prepareranno a sfidare oltre 4500 formaggi provenienti da tutto il mondo a 1.973 km di distanza, al World Cheese Awards. Il più grande concorso al mondo di formaggi, che giungerà quest’anno alla 36° edizione, si terrà nella storica città di Viseu, in Portogallo: la scelta è stata ufficializzata in questi giorni. Viseu, circondata da montagne e attraversata dai fiumi Vouga e Dão, è rinomata per la sua tradizione casearia, dimostrata dal suo famoso formaggio. La Nazionale del Parmigiano Reggiano darà il via alle preiscrizioni per partecipare al gruppo e al concorso già il prossimo giugno per dimostrare da un lato l'eccellenza del Parmigiano Reggiano a livello internazionale e dall’altro il suo legittimo valore economico. Ad oggi i riconoscimenti conseguiti nel mondo dagli azzurri del Parmigiano Reggiano sono ben 701.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La missione portoghese della Nazionale del Parmigiano inizia il 1° maggio

ParmaToday è in caricamento