La polizia penitenziaria di Parma: una donazione a Giocamico per essere vicini ai bambini dell’Ospedale

Una nutrita delegazione con il direttore aggiunto Lucia Monastero, in visita ai reparti pediatrici del “Pietro Barilla”

Una delegazione di agenti di polizia penitenziaria del carcere di Parma, con il direttore aggiunto Lucia Monastero, ha voluto portare un segno di testimonianza ai pazienti dell’Ospedale dei bambini “Pietro Barilla”. E lo ha fatto attraverso una donazione di 2.450 euro consegnata nella mani dell’associazione Giocamico che da vent’anni porta avanti attività ludico-espressive nei reparti pediatrici del Maggiore.

“Si tratta di una piccola ma significativa testimonianza verso chi soffre da parte del personale degli Istituti Penitenziari - ha dichiarato la dottoressa Monastero – Una testimonianza che attesta la grande sensibilità umana che contraddistingue il modo di operare della polizia penitenziaria, umanità unita ad una grande professionalità. E siamo orgogliosi della risposta corale che c’è stata”. Con lei il comandante del reparto Domenico Gorla, l’ispettore superiore Giuseppe Ciuffreda, l’ispettore Vincenzo Florio, l’assistente capo Fabio Bolognini e l’agente Stefano Puccetti.

A fare gli onori di casa Susanna Esposito direttrice della Clinica pediatrica dell’Ospedale dei bambini con il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Massimo Fabi che ha ribadito come la collaborazione in essere da tanti anni con l’istituzione penitenziaria vada oltre gli aspetti sanitari o di sicurezza ma coinvolga l’umanizzazione dei percorsi quale diritto di ogni persona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Corrado Vecchi, presidente dell’Associazione Giocamico e tramite dell’incontro di questa mattina, ha ringraziato la polizia penitenziaria a nome dei giovani pazienti in quanto la loro donazione sarà destinata all’acquisto di monitor portatili da posizionare al letto dei pazienti per monitorare le funzioni vitali in situazioni complesse.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento