La protesta di un ristoratore: "I pexiglas? Ci rifiutiamo di far mangiare così la gente"

"Rispettare i 4 metri quadrati per tavolo? Equivale ad uccidere il fatturato"

Immagine di repertorio

Il 18 maggio a Parma i ristoranti e i bar hanno la possibilità di riaprire. Mentre si attendono - per giovedì 14 o venerdì 15 maggio - le linee guida specifiche che contengono le indicazioni da rispettare per quanto riguarda le distanze di sicurezza e le misure protettive i ristoratori si stanno organizzando, in vista della riaperture. Abbiamo intervistato un ristoratore di Parma che critica i ritardi nella pubblicazione delle linee guida e valuta negativamente le indiscrezioni uscite sui 4 metri di distanza per tavolo e sull'utilizzo dei pexiglas. 

Come vi state organizzando in vista della riapertura di lunedì 18 maggio?

"Noi iniziamo a riorganizzarci per la riapertura. Secondo gli organi di informazione le linee guida per i ristoranti dovrebbero arrivare tra giovedì e venerdì: questo è un grosso problema perchè vorrei capire in quanti riusciranno ad organizzarsi - in così poco tempo - per riaprire lunedì".

In attesa delle linee guida come vi stato muovendo? 

"Noi stiamo seguendo le linee guida del protocollo di aprile: la possibilità di far utilizzare ai dipendenti le mascherine, piuttosto che la disponibilità di gel sanificanti. Tutto materiale che abbiamo dovuto acquistare in autonomia per poter aver la possibilità di organizzarsi, senza attendere le linee guida. Il distanziamento dei tavoli lo stiamo verificando a livello ipotetico: secondo le ultime informazioni si parla anche di 4 metri quadrati per persona. Questo sarebbe un grossissimo problema: già con un distanziamento di un metro e mezzo o due i posti sono veramente dimezzati se non di più.

Cosa pensa invece dei pexiglas per distanziare i tavoli? 

Se fosse davvero 4 metri quadrati per tavolo sarebbe un ulteriore ridimensionamento dello spazio disponibile con conseguenze ulteriori sul fatturato. I dipendenti li doteremo di tutto il necessario per la prevenzione del contagio: dalle mascherine ai gel e tutto le norme di prevenzione. Per il pexiglas ci rifiutiamo di pensare che dovremmo utilizzare questo strumento per far mangiare le persone, soprattutto insieme. La ristorazione nasce con un luogo di svago: che svago sarebbe con i pexiglas?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutte le restrizioni a Parma dal 16 gennaio al 5 marzo

  • Parma si prepara alla protesta del 15 gennaio: ristoranti aperti contro i divieti

Torna su
ParmaToday è in caricamento