La scrittrice Lorella Zanardo a Parma per l'educazione al linguaggio dei nuovi media

Corso di formazione per insegnanti proposto dall'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma

Prosegue il percorso che l'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma ha voluto realizzare a favore dell'educazione verso linguaggi e modi di comunicare consapevoli e rispettosi delle differenze di genere. Dopo l'incontro dello scorso giugno presso Palazzo del Governatore dove il pubblico è stato invitato ad una riflessione sulle dinamiche della comunicazione che popolano rete e social di messaggi discriminatori come esercizio di cittadinanza attiva Lorella Zanardo è tornata a Parma per un nuovo progetto.

"Ormai è chiaro come la formazione ed un cambio di passo culturale siano gli unici strumenti in grado di guarire la piaga della violenza e della discriminazioni al femminile. Entrare in maniera attenta e competente nelle modalità dei nuovi media è uno strumento che abbiamo voluto proporre con le competenze di un'esperta di fama internazionale alle insegnanti di Parma affinchè dedichino momenti di riflessione e di educazione in classe ai loro studenti." Ha detto l'Assessora Nicoletta Paci salutando l'autrice de "Il corpo delle donne" al via della prima lezione di corso. 

Le lezioni formative (riconosciute come crediti formativi) si svolgono al Duc, nel pomeriggio, per gruppi di 20 insegnanti per volta e prevedono due giornate di partecipazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutte le restrizioni a Parma dal 16 gennaio al 5 marzo

  • Parma si prepara alla protesta del 15 gennaio: ristoranti aperti contro i divieti

Torna su
ParmaToday è in caricamento