Le Guide turistiche al Comune: "Revocate il patrocinio ai tour free"

Una quarantina di guide hanno scritto una lettera aperta all'assessore Casa: "Tale iniziativa secondo le Guide turistiche firmatarie presenta aspetti eticamente scorretti e squalificanti per dei professionisti"

Una quarantina di guide turistiche hanno deciso di scrivere un lettera aperta al Comune di Parma, al sindaco Pizzarotti e all'assessore Cristiano Casa per chiedere che il Comune revochi il patrocinio all'iniziativa Tastwalk, che prevede i tour con formula 'free': "Tale iniziativa secondo le Guide turistiche firmatarie presenta aspetti eticamente scorretti e squalificanti per dei professionisti"

LA LETTERA - Più di 30 Guide Turistiche di Parma hanno richiesto con lettera datata 6/4/2018 la revoca del patrocinio Comunale all’iniziativa denominata Tastywalk e un incontro con l’Assessore Casa per parlare anche di altri temi legati al turismo locale.

L’iniziativa Tastywalk viene presentata come un tour con formula “free”: una passeggiata condotta in inglese e in italiano da una Guida turistica abilitata, attivabile anche con un solo partecipante. La Guida è compensata da mance in base al gradimento dei partecipanti e un’agenzia trattiene una percentuale delle elargizioni che il turista può credere di versare interamente alla Guida. Tale iniziativa secondo le Guide turistiche firmatarie presenta aspetti eticamente scorretti e squalificanti per dei professionisti.

Il 21 maggio scorso si è tenuto l’incontro con l’Assessore Casa durante il quale l’Assessore si è mostrato sordo alle osservazioni delle Guide e ha ridotto la questione della legittimità ed eticità dell’iniziativa Tastywalk a una semplice divergenza di opinioni. Diventa quindi necessario portare all’attenzione pubblica la discussione che per le Guide riguarda un problema di etica del lavoro e propone un modello di sviluppo turistico per Parma di dubbia qualità.

L’iniziativa a nostro parere è in contrasto con la stessa Costituzione (titolo III, art. 36) che recita: “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.” In una lettera alla Gazzetta di Parma pubblicata in data 6 maggio abbiamo chiesto la solidarietà di tutte le persone che credono nel valore del Lavoro. All’incontro del 21 maggio l’Assessore Casa ha sostenuto che il Comune non poteva rifiutare il patrocinio all’iniziativa Tastywalk in quanto essa rientra nei parametri previsti dal Regolamento contributi e Patrocini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento