Attualità

Maltrattamenti a persone fragili: le Istituzioni in campo per prevenirli

Linee guida definite, incontri di valutazione e formazione per gli operatori delle strutture

Per prevenire ogni forma di maltrattamento alle persone fragili, in particolare anziani non autosufficienti ospiti in centri  residenziali e case famiglia, le istituzioni di Parma e provincia sono impegnate da tempo, ciascuna con il proprio ruolo.

In particolare, i Comuni parmensi e l’Azienda Usl di Parma, insieme agli Enti gestori di strutture di centri residenziali per anziani e di case famiglia, Associazioni di Volontariato, Organizzazioni Sindacali, hanno realizzato un percorso dedicato, iniziato nel 2018 con il documento “Prevenzione del maltrattamento nei servizi per le persone non autosufficienti” approvato della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria (CTSS). 

L’elemento chiave di questo percorso è rappresentato da una serie di interventi formativi mirati e specifici che hanno coinvolto tutti gli operatori del settore: il personale delle strutture per persone non autosufficienti del territorio provinciale, gli assistenti sociali e i professionisti delle Unità di Valutazione Geriatrica (UVG) del territorio. Un Comitato, costituito da rappresentanti delle Amministrazioni locali e tecnici dei quattro distretti sanitari, ha coordinato e supervisionato il progetto. 

Oggi, giovedì 11 febbraio, si terrà un webinar per presentare gli esiti di questo importante lavoro, che ha permesso di individuare i punti di forza, ma anche le criticità e le aree di miglioramento nell’ambito della prevenzione del maltrattamento.

Con inizio alle 14.30, dopo i saluti di Anna Maria Petrini, Commissaria straordinaria dell’Ausl e del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti,  apre i lavori Elly Schlein,  vice Presidente e Assessore al Welfare della Regione Emilia-Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti a persone fragili: le Istituzioni in campo per prevenirli

ParmaToday è in caricamento